E’ morto Giuliano Sarti, aveva 83 anni. Una delle leggende della Grande Inter di Helenio Herrera, in carriera ha indossato anche le maglie di Fiorentina e Juventus, vincendo tre scudetti, due coppe dei campioni, una coppa delle coppe ed una coppa intercontinentale.

Sarti ha esordito tra i professionisti nel 1955 con la Fiorentina. In maglia viola sono 220 le presenze, condite da uno scudetto, una coppa Grasshoppers, una Coppa Italia, una Coppa delle Coppe ed una finale di coppa dei campioni persa contro il Real Madrid di Di Stefano.

Nel 1963 il passaggio all’Inter di Herrera. Qui Sarti contribuisce a scrivere pagine di storia straordinaria: con il club nerazzurro arrivano infatti due scudetti, due Coppe dei Campioni e due Coppe Intercontinentali.

Nel 1968 l’avventura alla Juventus, due anni da secondo portiere prima della conclusione di una carriera lastricata di successi. Poche le presenze con la Nazionale: solo 8.

Sarti fu considerato una sorta di rivoluzionario del ruolo del portiere per la sua tendenza a restare spesso tra i pali piuttosto che dirigersi incontro all’avversario.