La terza tappa del Giro d’Italia 2015, da Rapallo a Sestri, 136km, la più corta del Corsa Rosa edizione n.98, regala il successo proprio alla maglia rosa Matthews, al termine di una volata imperiosa di un gruppo ristretto, ma anche attimi di paura per la caduta di Domenico Pozzovivo.

PAURA

Il lucano leader dell’Ag2R, 5° al Giro 2014, è scivolato picchiando duro contro l’asfalto nella discesa rapida e tecnica di Barbagelata, a 40 km dal traguardo. Subito la situazione è sembrata preoccupante, con il ciclista insanguinato e immobile a terra. I medici sono intervenuti prontamente con gli strumenti per la respirazione, in seguito è arrivata anche l’ambulanza. Ma le notizie raccolte dallo staff sanitario del Giro sono fortunatamente confortanti: “Pozzovivo è lucido e cosciente, respira autonomamente” ha detto Massimo Branca, dottore del Giro. Verrà trasportato all’ospedale San Martino di Genova. Il lucano è stato soccorso in meno di 40 secondi da un rianimatore, dopo 7 minuti è giunta l’ambiulanza. Fondamentale la rapidità di intervento dei sanitari.

VOLATA

Michael Matthews, come detto, vince in volata la terza tappa. L’australiano della Orica GreenEDGE ha bruciato sul traguardo di Sestri Levante Fabio Felline (Trek Factory Racing) e il belga Philippe Gilbert (Bmc Racing Team) conquistando il suo primo successo in questa edizione del Giro. Nessuna variazione dunque in testa alla classifica generale, dove Matthews comanda ancora davanti a tutti.