Il Giro si ‘lecca un po’ le ferite’ dopo la maxi caduta di ieri a Castiglione della Pescaia, ma ovviamente riparte con rinnovata entusiasmo e sempre Contador in maglia rosa, con 2” di vantaggio su Fabio Aru e 20” su Richie Porte. I tre favoriti principali (con il quarto, Uran Uran, già in difficoltà) son già lì davanti a tutti dopo nemmeno una settimana di gara. Ma ovviamente è ancora troppo presto per trarre conclusioni affrettate.

CONTADOR C’E’

A proposito del favorito n.1: la settima tappa del Giro, da Grosseto a Fiuggi, di 264km, la più lunga della 98esima corsa rosa, è appena partita. Con Alberto Contador. Il corridore spagnolo, che ieri è rimasto coinvolto in unamaxi-caduta nei pressi del traguardo, a Castiglione dellaPescaia, rimediando una sublussazione della spalla sinistra, ha riposato bene ed è si è rimesso in sella. Lo spagnolo proverà ad arrivare fino alla fine, cercando di limitare i danni, in una tappa che però dovrebbe regalare una fuga da lontano, consentendo al gruppo di controllare piuttosto agevolmente la corsa. In teoria. Gilbert e Paolini tra i favoriti di giornata. Il Giro saluta proprio oggi la Maremma. Il percorso previsto si svilupperà, dopo la partenza, lungo l’Aurelia. Talamone, Albinia/Argentario, Orbetello, Ansedonia e Capalbio, sono gli svincoli che i ciclisti supereranno prima di passare nella provincia di Viterbo.