Lo svizzero Silvan Dillier si è aggiudicato la 6a tappa del Giro d’Italia 2017, l’impegnativa Reggio Calabria-Terme Luigiane di 217 chilometri. In classifica Jungels resta in maglia rosa.

E’ il giro delle grandi fughe vincenti. Dopo quella di due giorni fa che premiò Polanc, arriva al traguardo anche l’iniziativa di giornata condotta a partire dal 15esimo chilometro da Jasper Stuyven, il giovanissimo danese Mads Pedersen, Simone Andreetta (Bardiani-Csf), Silvan Dillier (Bmc) e Lukas Postlberger.

Sullo strappo finale, 400 metri con una pendenza niente male, è un testa a testa tra Dillier e Stuyven. Le gambe dell’elvetico sono le più resistenti: il corridore della Bmc porta a casa il quinto successo in carriera, senz’altro il più importante, così come spiega dopo aver tagliato il traguardo braccia al cielo.

“Sono felicissimo, non avevo mai vinto una gara in un Giro così”. Umore che fa da contraltare a quello di Stuyven, bruciato al fotofinish. “Credevo di poter vincere, sono molto deluso. Le occasioni per vincere in carriera non sono tantissime e quando ci vai vicino bisogna saperle cogliere”.

ORDINE D’ARRIVO
1. Silvan Dillier (Svi/BMC Racing) 4:58:01″;
2. Jasper Stuyven (Bel/Trek) st;
3. Lukas Poestlberger (Aus/BORA) +12″;
4. Simone Andreetta (Ita/Bardiani Valvole) +26″;
5. Michael Woods (Can/Cannondale) +39″;
6. Adam Yates (Gbr/Orica) st;
7. Wilco Kelderman (Ola/Sunweb) st;
8. Bob Jungels (Lus/Quick-Step) st;
9. Bauke Mollema (Ola/Trek) st;
10. Geraint Thomas (Gbr/Team Sky) st