La 6a tappa del Giro d’Italia 2017 è la Reggio Calabria-Terme Luigiane di 217 chilometri. La giornata, che segna il ritorno del gruppo sulla terra ferma dopo le frazioni sicule, prevede due gran premi della montagna. Uno è il Barrittieri di Terza Categoria, dopo 30 chilometri dalla partenza, l’altro posto a 25 dal traguardo, il Fuscaldo.

L’ultima parte della tappa è abbastanza complicata con diversi saliscendi. Da segnalare una salita con pendenza media al 5,3% e l’ultimo chilometro con pendenze medie che variano dal 6% al 10%.

Insomma, non si prevede certo un arrivo in volata come quello di ieri a Messina, dove ha trionfato Gaviria (seconda vittoria dall’inizio del Giro del Centenario per lui).

La tappa sembra essere adatta a corridori in grado di affrontare un finale in scioltezza, i cosiddetti finisseur. Proviamo ad indicare allora i favoriti alla vittoria finale: Gasparotto della Merida, Nathan Haas della Dimension Data o Battaglin della Lotto Jumbo.