La 4a tappa del Giro d’Italia 2017 Cefalù-Etna di 181 chilometri ha sorriso allo sloveno della Uae Emirates Jan Polanc. La frazione prevedeva il primo arrivo in salita. La nuova maglia rosa è il lussemburghese Bob Jungels della Quick-step Floors.

La tappa era caratterizzata da cinquanta chilometri pianeggianti e due salite: quella di Portella Femmina Morta e l’arrivo all’Etna, inframmezzate da diversi sliscendi.

La fuga giusta arriva dopo appena 2 chilometri, ci sono quattro corridori: il russo Pavel Brutt (Gazprom Rusvelo), il sudafricano Jacques Janse Van Rensburg (Dimension Data), il varesino Eugenio Alafaci (Trek-Segafredo) e lo sloveno Jan Polanc (Uae Emirates). Quest’ultimo sarà l’unico del plotoncino a resisterere fino al traguardo, nonostante l’incredibile fatica, palesata dalle espressioni facciali, negli ultimi chilometri.

Polanc alza le braccia nel cielo siciliano con 19″ di vantaggio su Zakarin (Russia) e 29″ su Thomas (Gb). Poi Pinot e Cataldo.

Classifica generale: la maglia rosa cambia di nuovo proprietario. Ora è sulle spalle del lussemburghese Jungels, quarto leader in altrettante tappe. Secondo Thomas, terzo Yates. Nibali, che ha tentato una fuga subito sedata ad una manciata di chilometri dall’arrivo, è quarto.

“Questa vittoria ci voleva”, ha dichiarato Polanc al traguardo “ringrazio la famiglia, la mia squadra, i miei amici che mi hanno supportato guardandomi in tv. Ad un certo punto non credevo di farcela, ero allo stremo delle forze e credevo di lasciarmi andare anche perché il vantaggio si era ridotto, ero senza energie, ma nel finale ho ripreso un po’ di forze”.