La 19esima tappa del Giro d’Italia 2017, da San Candido a Piancavallo di 191 chilometri, vede il successo di Mikel Landa ed una nuova maglia rosa: Nairo Quintana, che stacca un Dumoulin che accusa una crisi peggiore di quella dello Stelvio e resta indietro, complice un errore tattico della sua squadra.

E’ nella discesa di Cima seppada che Dumoulin accusa il primo grave distacco. L’olandese viene staccato e la sua squadra, che smebra non accorgersene, fila via lasciandolo al suo destino. I connazionali Kruijswijk e Mollema, però, gli danno una mano insieme a Yates e la maglia rosa resta incollata al gruppo di Nibali e Quintana.

Sulla salita di Piancavallo, tratti con pendenza al 14%, però, Dumoulin non regge, e viene staccato irrimediabilmente. Lo Squalo e il colombiano, gli daranno alla fine 1′ e 15″.

Quanto a Landa, è bravo ad entrare nella fuga decisiva ed andarsene da solo verso la conquista della vittoria finale. Secondo da Costa, terzo Rolland.

Il finale del Giro d’Italia 2017 è thrilling. Sei corridori, Quintana, Dumoulin (secondo a 38″), Nibali (43″), Pinot, Zakjarin e Pozzovivo sono racchiusi in appena 1′ 30″. A decidere sarà probabilmente la cronometro.

1. Mikel Landa (Esp, Sky) in 4h53’00″
2. Rui Alberto Faria da Costa (Por, Uae Emirates) a 1’49″
3. Pierre Rolland (Fra, Cannondale) a 1’54″
4. Pello Bilbao Lopez (Esp) a 2’12″
5. Sebastian Henao (Col) a 3’06″
6. Evgeny Shalunov (Rus) a 3’51″
7. Luis Leon Sanchez (Esp) s.t.
8. Matteo Busato (Ita) a 5’05″
9. Lorenzo Rota (Ita) s.t.
10. Ilia Koshevoy (Blr) a 6’44″
11. Thibaut Pinot (Fra) a 8’09″
12. Domenico Pozzovivo (Ita) a 8’15″
13. Ilnur Zakarin (Rus) s.t.
16. Nairo Quintana (Col) s.t.
18. Vincenzo Nibali (Ita) s.t.
22. Tom Dumoulin (Ned) a 9’30″