Nel giorno del ritiro del tedesco della Giant Shimano, Marcel Kittel, vincitore di due delle prime tre tappe del Giro 2014, ecco che a Bari, prima frazione in terra italiana, molto condizionata dalla pioggia, si impone il suo principale rivale, il francese Nacer Bouhanni, davanti all’italiano Giacomo Nizzolo. Il tutto al termine di una volata molto ristretta che ha chiuso una strana Giovinazzo-Bari, di 112km, la frazione meno lunga delle 21 previste, crono escluse, senza Gran Premi della Montagna.

Abbuoni annullati, l’australiano Matthews della Orica resta Maglia Rosa. Domani 5a tappa, Taranto-Viggiano, 203km, con arrivo in salita, il primo!

LA PRIMA MAGLIA ROSA 

LA SECONDA TAPPA

LA TERZA TAPPA