Verrà disputato sabato 1° ottobre il Giro di Lombardia. Partenza da Como alle ore 10.40, i corridori arriveranno a Bergamo intorno alle ore 17. Sotto riportata la programmazione televisiva.

IL PERCORSO

Piuttosto facile la prima parte del percorso (240 i km complessivi). Il Ghisallo e il Colle Brianza romperanno la monotonia della pianura padana. Dal chilometro 133, invece, il Valico di Valcava (11.8 Km al 7.9%) produrrà una prima selezione e accoglierà i corridori in una sequenza ravvicinata di salite. Seguiranno il Berbenno e l’ascesa di Sant’Antonio Abbandonato, 6 chilometri oltre il 9% di pendenza media e punte al 15: lo scollinamento sarà a circa 58 chilometri dall’arrivo. In rapida successione e senza un metro di pianura andranno affrontati il Miragolo San Salvatore e il Selvino, che porteranno il dislivello totale a sfiorare i 4500 metri. La discesa del Selvino giungerà a Nembro e da lì ci saranno 11 chilometri pianeggianti prima dello strappo di Bergamo Alta, oltre un chilometro all’8% di pendenza, la seconda metà in pavé. 3400 i metri al traguardo una volta giunti in cima, solo gli ultimi 500 in pianura, per tagliare il traguardo del Sentierone.

RAI O EUROSPORT

Rai Sport trasmetterà la gara dalle ore 14.30, con la telecronaca di Francesco Pancani ed il commento tecnico di Silvio Martinello. Disponibile lo streaming su Rai Play. Diretta tv anche su Eurosport dalle ore 15.00, online su Eurosport Player. Assente Vincenzo Nibali, ultimo vincitore del Giro di Lombardia, l’Astana punterà tutto su Fabio Aru, che al recente Giro dell’Emilia si è classificato al 4° posto. A contendergli il successo soprattutto Esteban Chaves della Orica-BikeExchange.

LA CLASSE DI CONTADOR

Fra i partenti Romain Bardet (Ag2r), Joaquim Rodríguez (Katusha) e Alberto Contador (Tinkoff), con ‘Purito’ che ha già conquistato il Giro di Lombardia nel 2012 e 2013. A loro si aggiunge Philippe Gilbert, belga della BMC che fece doppietta nel 2009 e 2010, anche se il team statunitense potrebbe puntare su Darwin Atapuma. Buone poi le quote di Daniel Martin e Samuel Sánchez, spesso protagonisti in questa gara ciclistica. Più outsider Julian Alaphilippe, Andrey Amador, Warren Barguil e Michal Kwiatkowski. Speranze italiane inoltre aggrappate a Damiano Cunego (qui già trionfante 3 volte in carriera), Davide Formolo, Gianluca Brambilla, Diego Rosa e Diego Ulissi.