Alexander Kristoff, 27 anni, norvegese di Oslo, già vincitore della Milano-Sanremo 2014, secondo nel 2015 e uno dei principali favoriti oggi in Belgio, ha vinto l’edizione n.99 del Giro delle Fiandre, Ronde Van Vlaanderen in lingua originale, la corsa più amata e prestigiosa in Belgio, con 19 muri (pendenza massima, 20,3%, sul Paterberg, l’ultimo a 13km dal traguardo) per 264,2km. Per il norvegese, decima vittoria stagionale, 32esima in carriera. E’ il primo norvegese a imporsi nella corsa dei ‘muri’, il secondo a salire sul podio.

CORSA

Giornata stupenda, in una corsa funestata però anche da alcuni incidenti, visto che più di un corridore è stato spedito a terra da auto della corsa. L’attacco decisivo a poco meno di 30km dal traguardo: Nicki Terprsta, olandese, vincitore della Parigi-Roubaix 2014, parte alla fine del Kruisberg, terzultimo muro di giornata, a -28 km dal traguardo, marcato da Kristoff. I due scappano via, superano indenni l’Oude Kwaremont e il Paterberg, e hanno un vantaggio che oscilla sempre tra i 14” e i 30”.

ITALIA

C’è stato anche un trionfo italiano: Elisa Longo Borghini, infatti, ha trionfato nel Fiandre femminile: la 23enne di Ornavasso ha attaccato a una trentina di km dal traguardo. È la prima italiana a salire sul podio della classica. Aveva terminato al quarto posto nel 2013 e 2014.