Il Giro delle Fiandre 2017 ha visto il trionfo del belga Philippe Gilbert, capace di andare al successo dopo una maxi fuga di 50 chilometri. Incredibile il susseguirsi di eventi all’interno di una corsa per certi versi epica, che ha visto uno dei momenti clou nella caduta che ha coinvolto Sagan, Naesen e Van Avermaet.

Dopo pochi chilometri subito fuga di otto corridori, che riescono ad avere fino a 10′ di vantaggio sugli inseguitori. L’iniziativa si spegne a circa 90 km dal traguardo.

Dopo il mitico Geraardsbergen, arriva la coraggiosa fuga di Gilbert. A -52 chilometri l’assolo è decisivo, ma viene aiutato anche dal fato.

E la svolta della gara si è avuta proprio nel momento in cui Sagan, nel tentativo di riprendere Gilbert, sull’ultimo passaggio alla Oude Kwaremont, perde il controllo della bici finendo contro una transenna, peraltro sfiorando uno spettatore. Sagan finisce per tirare giù anche Naesen e Van Avermaet.

L’episodio segna la svolta della gara, perché a quel punto, a 17 chilometri dal traguardo, Gilbert non ha più rivali. Van Avermaet è secondo e furioso (“Senza quella caduta avrei potuto vincere”), dirà dopo l’arrivo. Terzo Terpstra, quarto Van Baarle. Poca gloria per gli italiani: sesto un ottimo Sacha Modolo, ottavo è Pozzato, decimo Sonny Colbrelli.

Questo il video della clamorosa caduta che ha coinvolto Sagan, evento che ha decretato la fine di ogni speranza di rimonta per il gruppo degli inseguitori.