Pazzesco al Giro, venerdì 27 maggio 2016 va in scena una di quelle tappe che osi solo sognare per le emozioni e, in certi casi, anche drammi (Zakarin caduto rovinosamente in discesa con clavicola fratturata, per esempio, quando poteva essere lì con i migliori). La terz’ultima tappa della Corsa Rosa, da Pinerolo a Risoul, ribalta clamorosamente la classifica e rilancia un commovente Vincenzo Nibali, primo sul traguardo francese, con la maglia rosa Kruijswijk crollato a 5′ dal siciliano, oggi. Con gli abbuoni, ribaltone in testa: ora in rosa c’è il colombiano Chaves, con Nibali a 44” e Kruisjwijk a 1’05”. Tutto può ancora succedere.

CORSA

Diciannovesima tappa del Giro 2016, da Pinerolo a Risoul, 162km con due GP della Montagna, la Cima Coppi sul Colle dell’Agnello e l’arrivo a Risoul. Frazione che vive su una fuga di 29 corridori (tra cui Ulissi, già vincitore due volte in questo Giro), ma che esplode nella discesa del Colle dell’Agnello, dopo lo sconfinamento in Francia: Scarponi, compagno di Nibali, passa solitario in vetta a fare da punto di riferimento per il capitano. Valverde leggermente staccato già in salita. Dietro si scatena Nibali appunto in discesa, Chaves tiene le sue ruote, non l’olandese saldamente in rosa Kruijswijk, che cade rovinosamente ma senza conseguenze sulla neve, facendo un 360° spettacolare quanto assurdo. Fortuna per lui, la neve attutisce il volo e lo lascia indenne sulla strada. Ma moralmente è una botta tremenda: non si riprenderà più, rimanendo decisamente staccato subito, di circa 2′, per poi crollare sulla salita finale. A quel punto, Nibali e Chaves si scatenano, guadagnano nella lunga discesa-falsopiano che dal Colle dell’Agnello porta ai piedi di Risoul sia sullo spagnolo Valverde che sull’olandese. Scarponi si ferma per aspettare Nibali, gli dà una gran mano e poi lo lancia sull’erta finale, bravissimo anche lui e grande tattica di squadra. Nibali fiuta l’occasione, sta bene, ci prova, attacca una, due, tre volte, quattro volte, stacca Chaves e arriva in solitario al traguardo, per una delle sue vittorie più belle, lasciando il colombiano, comunque in rosa, a quasi 1′, Valverde a oltre 3′ e Kruijswijk da 5′ abbondanti, senza tener conto degli abbuoni.

CLASSIFICA

A due tappe dalla fine, una con tantissime montagne sabato 28 maggio, sono in quattro a giocarsi il Giro: Chaves è maglia rosa, Nibali a 44”, Kruijswijk a 1’05”, Valverde a 1’48”. Spettacolare e bellissimo.