Sacha Modolo, della Lampre Merida, ha vinto la diciassettesima tappa del Giro d’Italia 2015, edizione n.98, da Tirano a Lugano, in Svizzera, di 134km, in volata.

DICIASSETTESIMA TAPPA

Secondo successo al Giro in carriera e anche nella Corsa Rosa 2015 per Modolo, che ha sfruttato alla perfezione un grande lavoro della sua squadra, la Lampre Merida, dopo un bell’attacco di Luca Paolini a meno di 2km dal traguardo. Preceduti allo sprint Nizzolo (secondo, ma ora primo nella classifica a punti, e maglia rossa; solo undicesimo Viviani) e Mezgec. Quarto Haussler, quinto Apollonio. Tappa che è vissuta su una fuga di tre corridori, Bandiera (Androni), Berlato (Nippo) e Keisse (Etixx), poi nel finale si sono susseguiti diversi scatti. Frazione per velocisti, ma non piatta, con il Gran Premio della Montagna del Teglio, subito in avvio, e poi altre due piccole ascese nel finale. Molti direttori avevano previsto una fuga da lontano, più numerosa, e invece la fuga c’è stata sì, ma solo con tre uomini all’attacco, controllati facilmente dal gruppo. Alberto Contador rimane saldamente in rosa davanti a Landa, staccato di 4’02”, e Aru, a 4’52”.