Grande attesa, ma non succede granché nella 15a tappa del Giro d’Italia 2015, terzo arrivo in salita, primo tra le grandi montagne del nord Italia. L’Astana fa il possibile per mettere in difficoltà Contador sull’ultima salita, riesce a isolarlo, ma lo spagnolo è in una condizione di forma strepitosa, è nettamente il corridore più forte della Cora Rosa e fa quello che vuole. Persino andandosi a prendere l’abbuono a tre quarti tappa e poi il terzo posto finale che gli vale anche ulteriori 4” di vantaggio in classifica. Il traguardo di Milano è ancora lontano, per carità, ma sembra esserci un uomo solo al comando….

QUINDICESIMA TAPPA, MADONNA DI CAMPIGLIO

Alla fine lo spagnolo Mikel Meana Landa (Astana), ha vinto la 15/a tappa del 98/o Giro d’Italia, da Marostica (Vicenza) a Madonna di Campiglio, lunga 165 chilometri. Ha preceduto sul traguardo il russo Yury Trofimov (Team Katusha), secondo a 2″; la maglia rosa spagnola Alberto Contador (Tinkoff-Saxo), terzo a 5″; Fabio Aru (Astana), quarto a 6″; l’olandese Steven Kruijswijk (Lotto-Jumbo), quinto a 38″. In classifica generale adesso Contador ha un vantaggio di 2’35″ su Aru, secondo; di 4’19″ sul costaricano Andrey Amador (Movistar), terzo; di 4’46″ sul vincitore di tappa Meana Landa, quarto; di 6’36 sul ceco Leopold Koenig (Team Sky), che è quinto. Domani tappa di riposo, poi la tappa dell’Aprica con il Mortirolo.