Triste e surreale quel che è accaduto nel weekend a Lecco. Arbitro picchiato nel corso di una partita tra Juniores di squadre della provincia di Lecco, proprio nel turno dedicato alla lotta “contro la violenza nei confronti dei direttori di gara”.

L’episodio è accaduto a Cernusco Lombardone (Lecco), vittima dell’aggressione un direttore di gara giovanissimo, Marco Airoldi di 18 anni.

Airoldi, studente che da due anni è entrato a far parte della sezione Aia di Lecco, stava dirigendo la gara tra Brianza Cernusco Merate e Costamasnaga.

Il Brianza Cernusco, padrone di casa, stava vincendo per tre reti a zero quando l’arbitro gli ha concesso un rigore a favore. E’ stato a questo punto che il capitano del Costamasnaga, un altro diciottenne, ha colpito al viso Airoldi.

Dopo aver sospeso la partita, l’arbitro si è subito recato all’ospedale di Lecco per le cure del caso. Poche ore dopo sono arrivate le scuse del capitano e del Costamasnaga, ma resta un episodio raccapricciante, che peraltro riguarda una gara di settore giovanile, laddove i calciatori vanno (andrebbero) formati sul piano comportamentale, prima che tecnico e tattico.

Sconcerto anche nella sezione Aia di Lecco, che aveva promosso l’iniziativa anti-violenza, posticipando le gare di 10 minui. Purtroppo non èservito a molto.