Si è spento nella notte tra domenica e lunedì Gilmar Dos Santos Neves, per tutti Gilmar, storico portiere della nazionale brasiliana campione del mondo nel 1958 in Svezia e nel 1962 in Cile. Le cause della morte sono da attribuire all’infarto che lo aveva colpito pochi giorni fa, anche se le sue condizioni di salute erano da molto tempo precarie, per via dell’ictus che lo aveva colpito nel 2000. Poco più di un mese fa se n’era andato anche un altro eroe verdeoro, Djalma Santos.

Il grande Gilmar era considerato il miglior portiere del calcio brasiliano, parte non solo della fenomenale Seleçao di quegli anni, ma anche del Santos di Pelé, che contribuì a portare sul tetto del mondo per due volte. Il suo volto sarà per sempre legato anche a una delle immagini leggendarie della storia del gioco, quella che ritrae Gilmar abbracciato al giovanissimo O’Rey, in lacrime per la gioia dopo il trionfo di Stoccolma del 1958.