Gianmarco Tamberi ha conquistato l’oro nel salto in alto agli Europei di atletica di Amsterdam raggiungendo quota 2 metri e 32. Per l’Italia si tratta della seconda medaglia d’oro dopo quella ottenuta da Libania Grenot nei 400 metri.

Tamberi ha superato Robbier Grabarz (Gbr), medaglia d’argento con 2,29 metri. Stessa misura per il tedesco Eike Onnen e l’altro britannico Chris Baker, terzi ex aequo per il numero di salti.

Gara praticamente perfetta per Gianmarco Tamberi. L’atleta di Civitanova Marche non fallisce quota 2,19, 2,24, 2,29 e 2,32, la misura che gli vale la vittoria) fermandosi solo a 2,40, altezza che continua ad essere una maledizione.

Un risultato che è senz’altro un ottimo viatico in vista di Rio de Janeiro. “Ora ho due corone, ma quella che mi interessa di più è la conquista delle Olimpiadi. Mancano 34 giorni e dovrò lavorare per migliorare qualcosa. Oggi è andata bene, ma a livello tecnico ho gareggiato meglio a Rieti. La Hall shave? Il suo potere è realta non leggenda”.