Il matrimonio tra Gervinho e l’Al-Jazira rischia seriamente di saltare, impedendo peraltro alla Roma di raccogliere un bel gruzzoletto (circa 13 milioni di euro) da reinvestire sul mercato.

Un dirigente del club arabo ha dichiarato che dietro la brusca frenata della trattativa ci sono le richieste definite “oscene” del calciatore ivoriano.

Gervinho avrebbe infatti richiesto qualcosa tipo un elicottero, una villa per i familiari, tantissimi biglietti aerei verso la Costa D’Avorio e persino una spiaggia privata.

Clausole davanti alle quali l’Al-Jazira (che aveva lasciato libero pure un posto tra gli stranieri, quattro al massimo i consentiti) si è tirata indietro. Come a dire: ricchi sì, ma scemi proprio no.

E pensare che l’operazione si trovava in una fase più che avanzata. Tanto che Roma e Al Jazira avevano proceduto anche allo scambio dei documenti via fax.

Le nuove pretese del calciatore hanno messo però l’affare in bilico, se non addirittura tra quelli che non si faranno mai. In attesa di ulteriori sviluppi, il club giallorosso ha chiesto a Gervinho di presentarsi in ritiro.

Ma anche in questo caso sono arrivati gli intoppi. Il calciatore è infatti irreperibile, tanto da costringere un dirigente del club giallorosso a mettersi in contatto non con Gervinho, ma con un amico, al quale ha chiesto di riferire che la società attende l’ex Arsenal il 5 luglio per il raduno in vista del ritiro di Pinzolo.

Un grattacapo in più per Sabatini e un atteggiamento che rischia di mettere in imbarazzo anche Rudi Garcia, sempre pronto a difendere a spada tratta quello che da tutti è considerato un suo fedelissimo. Cosa farà ora il tecnico francese? Difenderà il suo protetto oppure lo scaricherà?

Il club, intanto, piange il mancato incasso di 13 milioni. Soldi che avrebbero fatto comodo. La Roma, infatti, second le regole del fair play finanziario, non può permettersi una perdita d’esercizio superiore ai 30 milioni.

I gialorossi hanno dichiarato di trovarsi già al di sotto di quella soglia. Ma 13 milioni sono davvero un bel gruzzoletto. Tanti da comprarsi almeno una spiaggia privata, vero Gervinho?