Oggi alle 18.00, all’Arena Fonte Nova di Salvador de Bahia, la Germania (seconda nel ranking Fifa) sfida il Portogallo (quarto nel ranking Fifa) nel ‘big match’ di apertura del Gruppo G dei Mondiali 2014. L’altra gara di questo girone vedrà impegnate Ghana e Stati Uniti.

Tra i tedeschi e i portoghesi ci sono 9 precedenti. Il bilancio è in favore dei teutonici con 5 vittorie, 3 pareggi e una sola sconfitta. L’unica occasione in cui le due nazionali si affrontarono in un Mondiale fu, proprio in Germania, nel 2006. La gara era valida per la finale per il terzo e quarto posto. In quell’occasione la spuntarono i padroni di casa che trionfarono 3-1 grazie a una doppietta di Schweinsteiger e a un gol di Petit. Il gol portoghese fu firmato da Nuno Gomes. L’ultimo precedente risale all’Europeo del 2012 disputatosi in Polonia e Ucraina. La nazionale di Low vinse 1-0 con la rete di Mario Gomez.

La Germania giunge in Brasile come una delle favorite al trionfo finale. La squadra guidata dal c.t. Low è composta anche da molti giovani campioni (tra gli altri Muller, Gotze, Schurle). Nonostante l’età questi calciatori hanno già maturato una buona esperienza a livello internazionale. Alcuni di loro hanno anche conquistato la Champions League e il Mondiale per club con il Bayern Monaco. Peccato per l’infortunio occorso a Marco Reus che lo ha escluso dalla competizione. Il Portogallo, alla sua sesta partecipazione ad un’edizione del Mondiale, ha ottenuto il proprio miglior risultato nel 1966 in Inghilterra dove si classificò al terzo posto. Giunge in Brasile dopo aver superato ai playoff la Svezia di Zlatan Ibrahimovic. La stella dei lusitani è senza dubbio il due volte Pallone d’Oro, Cristiano Ronaldo, che però è reduce da un infortunio.

Low dovrebbe schierare la Germania con il 4-3-3. Davanti a Neur, che pare avere recuperato dall’infortunio alla spalla (rimane in leggero dubbio), potrebbe agire un quartetto composto da Boateng, Mertesachker, Hummels e Howedes. Davanti a loro potrebbero trovare spazio Khedira, Lahm e Kroos. In attacco potrebbero agire Hummels, Ozil (in ballottaggio con Klose) e Podolsky. Non è escluso che Low si affidi al 4-2-3-1. Bento dovrebbe schierare il Portogallo con il 4-3-3. Tra i pali dovrebbe agire Rui Patricio. In difesa potrebbe esserci spazio per Pereira, Pepe, B. Alves e Coentrao (che dovrebbe avere recuperato dall’infortunio, ma rimane in leggero dubbio). A centrocampo gli interpreti potrebbero essere Meirelles, Miguel Veloso e Moutinho. Il tridente offensivo potrebbe essere formato da Nani, H. Almeida o Postiga (Lazio) e Cristiano Ronaldo. Il fenomeno del Real Madrid dovrebbe avere recuperato dall’infortunio, ma potrebbe non essere al meglio della condizione fisica. Dirigerà la gara il serbo Mazik.

Germania (4-3-3): Neuer, G. Boateng, Mertesacker, Hummels, Howedes, Khedira, Lahm, Kroos, Muller, Ozil, Podolsky. All. Low.

Portogallo (4-3-3): Rui Patricio, G. Pereira, Pepe, B. Alves, Coentrao, Meirelles, Veloso, Moutinho, Nani, H. Almeida, Cristiano Ronaldo. All. Bento

LEGGI ANCHE:

Pronostici Mondiali 2014:  il consiglio per il multiplo della 2.a giornata

Uruguay-Costa Rica pagelle: Campbell, è nata una stella

Pagelle Costa d’Avorio-Giappone: per gli Elefanti decisivo l’ingresso di Drogba

[polldaddy poll="8113584"]