Oggi alle ore 22.00 italiane, all’Estadio Beira-Rio di Porto Alegre, la Germania (seconda nel ranking Fifa) sfiderà l’Algeria (22esima nel ranking Fifa) in una gara valida per gli ottavi di finale dei Mondiali 2014. Chi avrà la meglio affronterà la vincente di Francia-Nigeria.

Esiste un precedente storico tra la Germania Ovest e gli algerini. Risale al Mondiale del 1982 disputato in Spagna. In quel caso i teutonici persero 2-1, ma riuscirono a qualificarsi comunque per la fase successiva grazie alla vittoria contro il Cile e a quella molto discussa contro l’Austria. Quest’ultima andò proprio a discapito degli africani che furono eliminati dal torneo e oggi potrebbero vendicarsi.

I teutonici sono una delle pretendenti al trionfo finale. Arrivano a questa gara dopo aver vinto il Gruppo G che comprendeva anche Stati Uniti (qualificati come secondi), Portogallo e Ghana. La nazionale di Low ha brillantemente demolito i lusitani sconfiggendoli 4-0. Non è riuscita ad andare oltre un pareggio 2-2 con le  Black Stars, mentre nell’ultimo turno ha sconfitto 1-0 gli USA. L’Algeria si è qualificata come seconda nel Gruppo H che comprendeva anche Belgio (qualificato come primo), Russia e Corea del Sud. Les Fennecs hanno perso 2-1 contro i Red Devils, sconfitto 4-2 le Tigri Asiatiche e pareggiato 1-1 con i russi. E’ la prima volta che arrivano agli ottavi di un Mondiale e faranno di tutto per andare oltre. Se riuscissero in questa impresa e i transalpini dovessero superare la Nigeria, algerini e Blues si scontrerebbero ai quarti di finale. Questa gara avrebbe un sapore del tutto particolare. Oltre alle note questioni nazionaliste, nelle fila delle volpi del deserto ci sono molti calciatori nati in Francia che, grazie alle origini delle loro famiglie, hanno potuto scegliere la nazionale africana per avere più spazio.

Low dovrebbe schierare la Germania con il 4-3-3. In porta ci sarà Neuer. La difesa potrebbe essere formata da Jerome Boateng, Mertesacker, Hummels e Hoewedes. Davanti a loro dovrebbero agire Schweinsteiger, Lahm e Kroos. Nel tridente d’attacco potrebbero esserci Ozil, Muller e Gotze. Non è escluso l’utilizzo del 4-2-3-1. Halilhodzic potrebbe optare per il 4-2-3-1. Tra i pali spazio a M’Bolhi. La difesa dovrebbe essere formata da Mandi, Bougherra, Halliche e Mesbah. Davanti a loro dovrebbero esserci Medjani e Bentaleb. Dietro all’unica punta Slimani, che con il gol del pareggio contro la Russia ha spedito la sua nazionale agli ottavi e in estasi un popolo, potrebbero a esserci Feghouli, Brahimi e Djabou. Dirigerà la gara il brasiliano Ricci.

Germania (4-3-3): Neuer, J. Boateng, Mertesacker, Hummels, Hoewedes, Schweinsteiger, Lahm, Kroos, Ozil, Muller, Gotze. All Low

Algeria (4-2-3-1): M’Bohli, Mandi, Bougherra, Halliche, Mesbah, Medjani, Bentaleb, Feghouli, Brahimi, Djabou, Slimani. All Halilhodzic