Franz Beckenbauer indagato in Svizzera per frode sportiva e riciclaggio di denaro nell’ambito dell’inchiesta sull’assegnazione dei mondiali del 2006. Lo riferisce l’edizione online di Spiegel.

Insieme all’ex campione tedesco sono stati indagati anche altre persone, di cui però lo Spiegel non fornisce il nome. Gli inquirenti stanno studiando alcuni flussi di denaro sospetti, inziati nel 2002 e terminati nel 2005, per un totale di 10 milioni di franchi svizzeri.

Già l’anno scorso lo Spiegel aveva parlato di movimenti di denaro sospetti intorno all’assegnazione dei campionati del mondo del 2006.

Per ora nessuna replica è arrivata. I Mondiali del 2006 furono assegnati a Zurigo il 7 luglio del 2000. La votazione finale vide cinque candidati: il Brasile (che però si ritirò tre giorni prima dell’ultimo scrutinio), il Marocco, il Sudafrica, l’Inghilterra e la Germania, che la spuntò per 12 voti contro 11 proprio sul paese africano. Gli aventi diritto al voto erano 24, ma Charles Dempsey, sostenitore del Sudafrica e delegato dell’Oceania, si astenne dopo aver “ricevuto intollerabili pressioni”.