Ha del clamoroso quello che è accaduto stamane al Coni. Davanti al Collegio di Garanzia presieduto dall’ex Ministro degli Esteri Franco Frattini si sarebbe dovuto presentare l’avvocato del Genoa, Carlo Bottari, che ha invece disertato l’appuntamento fissato per le 11.30. Bottari avrebbe dovuto impugnare la sentenza con cui la Federcalcioha negato la licenza Uefa al club rossoblù.

Di Bottari, però, non c’è stata nessuna traccia. Fatto che ha indispettito non poco Frattini. Anche perché l’appuntamento era stato inizialmente fissato per le 18, per poi esere anticipato proprio per venire incontro alle esigenze del legale rossoblù.

“Quel che è successo è qualcosa di inaudito” ha dichiarato Frattini “Visto l’accaduto, ho solo una possibilità e cioè rinviare ogni decisione in merito”.

Frattini spera che la vicienda non si chiuda qui. “E’ successa una cosa grave, mi auguro che tutto questo abbia un seguito nell’ambito del Comito Olimpico Nazionale”.

Ora le speranze che il Genoa ottenga la Licenza Uefa sono ridotte al lumicino, anche perché, così come ha spiegato l’ex ministro, è stata la stessa Federazione presieduta da Michel Platini a volere che tutte le vertenze siano chiuse entro il 29 di maggio, ovvero domani.

“La regola imposta dalla Uefa è assolutamente vincolante” le parole di Frattini “Se il Collegio non è in grado di chiudere la vertenza, le parti dovranno trarre le loro conclusioni riguardo alla sentenza impugnata”.

Insomma, a meno di miracoli, il Genoa non avrà la licenza. E pensare che lo stesso Enrico Preziosi aveva sperato in una marcia indietro da parte della Figc.

“Sono fiducio, chiedo un atto di clemenza”, la frase del presidente rossoblù di qualche giorno fa. Oggi l’incredibile epilogo. Il legale del Genoa, non si è presentato davanti al Collegio di Garanzia del Coni.

Come mai? A che gioco sta giocando Preziosi? Evidentemente, il Genoa non tiene poi così tanto alla partecipazione alla prossima Europa League. O almeno tanto si deve pensare dopo quel che è accaduto davanti all’organismo presieduto dal malcapitato Franco Frattini.

Deluse anche le aspettative del tecnico rossoblù, Giampiero Gasperini. In conferenza stampa l’allenatore aveva dichiarato di credere nel conseguimento della Licenza.

Senza la licenza sarebbe un problema. Un peccato dopo il bel lavoro svolto. L’Europa League ce la siamo meritata sul campo e la vittoria sull’Inter è stata la ciliegina sulla torta di una stagione fantastica. Ho comunque parlato con Preziosi. C’è la volontà di continuare insieme, anche se la Licenza Uefa non dovesse esserci concessa“.