Brutta tegola per il Genoa e per il suo portiere Mattia Perin, che ha riportato la rottura del legamento crociato; per lui previsti sei mesi di stop, stagione finita e niente Europei.

Confermati, dunque, i timori della vigilia. Questa la nota della stessa società ligure: “Il Genoa Cricket and Football Club comunica che gli accertamenti a cui è stato sottoposto Mattia Perin hanno evidenziato una rottura del legamento crociato anteriore con interessamento meniscale esterno del ginocchio destro – si legge – nella giornata di domani, mercoledì 13 aprile, Perin sarà operato dal professor Pier Paolo Mariani presso la Clinica Villa Stuart”.

L’incidente di gioco con un suo compagno di squadra, Munoz: quest’ultimo, in spaccata aveva preso velocità scivolando sull’erba bagnata. Perin era rimasto comunque in campo per tutta la gara.

Un peccato per Mattia Perin, visto che l’estremo difensore del Grifone era ormai stabilmente il terzo portiere della nazionale italiana alle spalle di Gigi Buffon e Salvatore Sirigu: questa rottura del crociato, che richiederà ben sei mesi di stop, costringerà di fatto Antonio Conte a convocare un sostituto per gli Europei di Francia 2016. I nomi più gettonati sono quelli di Antonio Mirante e Gianluigi Donnarumma.

Mattia Perin è nato a Latina il 10 novembre 1992. Cresciuto nella Scuola Calcio Latina, ha poi indossato la maglia  di Pistoiese, Genoa, Padova, Pescara e, dal 2013, di nuovo Genoa. Ha difeso la porta delle nazionali italiane Under 17, 18, 19, 20 e 21. In particolare ha disputato il Mondiale Under 17 nel 2009. Ha esordito con la Nazionale Under 21 a 17 anni e 9 mesi, l’11 agosto 2010, sostituendo Vito Mannone in un’amichevole contro la Danimarca. Esordisce in Nazionale maggiore il 18 novembre 2014, a 22 anni, entrando nel secondo tempo della partita amichevole Italia-Albania (1-0) disputata a Genova.