Brucia ancora la sconfitta contro l’Athletic Bilbao. Brucia ancora l’eliminazione dalla Champions League. Nemmeno il sorteggio della fase a gironi di Europa League, risultato benevolo ai partenopei, è riuscito a placare la rabbia, a stemperare la cocente delusione. Ora il popolo campano punta il dito su Aurelio De Laurentiis, responsabile di non aver fatto un mercato da “campioni”, e su Rafa Benitez, tecnico definito “troppo accondiscendente”.

Il mister proprio nella giornata di ieri, in conferenza stampa, ha cercato di dare una spiegazione di quanto accaduto, demarcando l’impellente bisogno di “unione e compattezza” per poter guardare avanti. Forse si riuscirà ad andare oltre solo partendo bene in campionato, nella delicata gara contro il Genoa in programma questa sera alle ore 20,45 a  Marassi.

Tra Serie A, Serie B e Coppa Italia, sono ben 53 le partite giocate dai partenopei in casa dei liguri. Ventitré le vittorie dei padroni di casa, 18 i pareggi e 12 i trionfi degli azzurri. Sono 91 i gol del Genoa su 67 del Napoli. La trasferta è insidiosa, anche se l’ultima vittoria dei rossoblu risale al 29 gennaio 2012 per il risultato di 3-2, mentre l’ultima dei campani è più recente (il 28 settembre 2013 per due reti a zero).

La gara sarà diretta da Luca Banti di Livorno, che vanta venti precedenti con il Napoli tra campionato e Coppa Italia  terminati con  undici vittorie, cinque pareggi e quattro sconfitte da parte degli azzurri. Il match sarà visibile in tv su Sky Calcio 2 HD e su Premium Calcio 2/HD. In streaming per gli abbonati su Sky Go e Premium Play (pc, tablet e smartphone).

GENOAGasperini dovrà rinunciare ad Antonini, Fetfatzidis, Improta, Matri e Bertolacci. In campo dovrebbe vedersi un 3-4-3 con Perin tra i pali e una linea difensiva composta da De Maio, Burdisso e Marchese. A centrocampo Rincon e Sturaro centrali, Edenilson e Antonelli laterali. In attacco Kucka (in ballottaggio con Iago) e Perotti dovrebbero andare a supportare Pinilla.

NAPOLI Benitez deve decidere. Davanti a Rafael dovrebbero esserci Albiol e Koulibaly centrali e Maggio a destra. A sinistra sono Britos, Mesto e Zuniga a giocarsi un posto, fuori invece Ghoulam che si è infortunato ad un braccio. A centrocampo non è escluso che si riveda Inler in coppia con Jorginho, mentre in attacco Callejon e Hamsik dovrebbero agire in supporto di Gonzalo Higuain. Insigne si gioca il posto con Mertens.

Genoa (3-4-3): Perin; De Maio, Burdisso, Marchese. Edenilson, Rincon, Sturaro, Antonelli; Perotti, Pinilla, Kucka. All. Gasperini

Napoli (4-2-3-1): Rafael, Maggio, Koulibaly, Albiol, Britos, Inler, Jorginho, Callejon, Hamsik, Mertens, Higuain.

(immagine di copertina e fotogallery by Infophoto)