Buona la prima a Marassi. Il Napoli sul finire del match riesce a trovare il gol del vantaggio contro un Genoa ben organizzato. Decide De Guzman, acquisto estivo del club partenopeo.

Rispetto alle anticipazioni, nessuna variazione di sorta nella formazione di Gasperini. Novità invece in quella di Benitez, con Zuniga che va a riprendere il proprio posto sulla fascia sinistra. Insigne vince il ballottaggio con Mertens. Inler è in campo in coppia con Jorginho.

Parte la frazione di gioco e da subito si manifesta dinamica. A Callejon bastano solo tre minuti dal fischio d’inizio per firmare la prima rete del match su splendida pennellata di Gonzalo Higuain e portare i partenopei in vantaggio. Il Genoa resta basito ma prova a reagire con il contropiede di Edenilson. Al 10’ è da dimenticare la conclusione di Marek Hamsik al termine di un’azione combinata con Insigne. Il ritmo è alto, le idee non mancano. Inler prova ad approfittare del nervosismo degli uomini di Gasperini, ma il suo tiro termina abbondantemente a lato. La prima risposta concreta dei liguri arriva al 20’, con il colpo di testa insidiosissimo di  Pinilla su cui Rafael è costretto ad intervenire. Non male al momento la prestazione del Napoli  ma il Genoa è rabbioso. Guadagna campo e gli azzurri trovano difficoltà a gestire il risultato. Pazzesco il miracolo di Rafael, che si oppone per ben due volte a Pinilla. I padroni di casa stanno crescendo e pressano la formazione ospite. Higuain appare  nervoso. Ottima l’azione di contropiede del Napoli con Insigne, ma l’ex Pescara viene fermato in area da Sturaro. Pinilla si rende sempre più pericoloso e al 40’ riesce a consegnare il pareggio alla propria squadra. Ultimi minuti di alta tensione invece tra Kucka ed  Higuain.

Nessun cambio nella ripresa. Il Napoli mostra problemi sulle palle inattive. Tanti errori da parte delle due compagini. La prima vera occasione della seconda frazione di gioco vede protagonista il Pipita, con la palla che termina di poco alta sulla traversa. Il Genoa si difende bene cercando il miglior momento per colpire, ma è Zuniga a trovare lo spazio per infilarsi e calciare costringendo Perin ad uscire. Jorginho sfiora il gol dalla distanza. Benitez chiama in panchina Callejon, al suo posto Mertens: l’attaccante spagnolo è stizzito per la scelta. Esordisce Jonathan De Guzman, Hamsik abbandona il campo. Il Genoa cerca di sfruttare la velocità del neo entrato Ragusa. Occasionissima mancata da parte del Napoli per riportarsi in vantaggio: è Insigne a divorarsi la rete face to face con Perin. Rocambolesca l’azione dei partenopei che insistono e sul filo del triplice fischio di Banti trovano il gol con il neo acquisto De Guzman. Genoa 1, Napoli 2.

(immagine di copertina e fotogallery by Infophoto)