Si chiuderà con il lunch time di Marassi l’intensa settimana del Milan, chiamato a battere un Genoa decimato dalle assenze per dare continuità al suo procedere verso i piani alti della classifica, e credibilità al suo desiderio di restarci fino in fondo. Una gara complicata per definizione, quella contro i rossoblu dell’Amico Preziosi, ma che probabilmente arriva nel momento migliore del Milan dal punto di vista psicologico. Le due vittorie consecutive contro Palermo e Udinese, benché tutt’altro che esenti da macchie, hanno dato a Mihajlovic diversi segnali positivi a prescindere dai tre punti: un gioco che, seppur a sprazzi, pare in crescita; la conferma di Bonaventura (2 gol e 3 assist per lui in questo avvio di stagione) e quella di Montolivo come regista basso, la freschezza del baby Calabria, la letalità di Bacca e il recupero alla causa di uno come Balotelli.

Le probabili formazioni di Genoa-Milan

Sinisa è orientato a riproporre anche a Genova gran parte dell’undici titolare visto contro rosanero e friulani, proprio per ribadire implicitamente che la sua squadra inizia finalmente ad avvicinarsi alla forma definitiva. Le due novità di giornata, infatti, saranno più che altro giustificate da un ritorno importante dall’infermeria e da un terapeutico turnover. Nel primo caso parliamo dell’ex di giornata, Andrea Bertolacci, che davanti al pubblico che fu suo l’anno scorso verrà riproposto dal 1′, finalmente schierato sul centrosinistra, accanto a Montolivo e De Jong, con Bonaventura spostato sulla trequarti. Panchina per Keisuke Honda, che si è giocato male le diverse chance offertegli dal tecnico, e panchina anche per un altro ex genoano, Juraj Kucka, ancora non al 100% dopo la distorsione alla caviglia di sette giorni fa. Il secondo cambio pensato da Mihajlovic riguarda Luiz Adriano, che si riprende la maglia da titolare spedendo per la prima volta tra le riserve Carlos Bacca: nessuna bocciatura, ci mancherebbe, solo normale rotazione in un reparto che ha visto la crescita di Balotelli, firmatario di un gran gol e di un’ottima prestazione mercoledì a Udine. Infine, in difesa confermato ancora una volta Davide Calabria, nonostante il recupero di Luca Antonelli (altro ex del match). Tante le assenze per Giampiero Gasperini, che dovrà rinunciare agli squalificati Pandev e Cissokho, oltre ai lungodegenti Perin, Gakpé, Munoz e Tino Costa, mentre Pavoletti è stato convocato e potrebbe partire addirittura dal 1′.

GENOA (3-4-1-2): Lamanna; De Maio, Burdisso, Marchese; Figueiras, Rincon, Dzemaili, Laxalt; Perotti; Pavoletti, Capel. All. Gasperini

MILAN (4-3-1-2): Diego Lopez; Calabria, Zapata, Romagnoli, De Sciglio; De Jong, Montolivo, Bertolacci; Bonaventura; Balotelli, Luiz Adriano. All. Mihajlovic