La Juventus supera il Genoa nell’anticipo della seconda giornata. Sotto 2-0 dopo 7’, i bianconeri rimontano grazie alla tripletta di Dybala e alla rete di Cuadrado.

Due schiaffoni, poi la riscossa Juve

Venti secondi e i campioni d’Italia vanno sotto. Pandev si invola sulla destra, cross al centro e Chiellini rinvia sullo stinco di Pjanic che beffa Buffon. Poi Banti assegna ai rossoblù un rigore, segnalato dal Var per fallo di Rugani su Galabinov (in millimetrico fuorigioco). Dal dischetto l’attaccante bulgaro non sbaglia. Al quarto d’ora la Juve accorcia con Dybala, su assist di Pjanic. Ed è lo stesso bosniaco a servire poco prima della mezz’ora Higuain, che calcia a lato. Al 40’ Perin salva prima sull’esterno sinistro di Dybala e quindi sull’accorrente Mandzukic. Il pareggio arriva nel recupero ancora con Dybala, che trasforma il penalty concesso da Banti, sempre su segnalazione Var, per netto fallo di mano di Lazovic su tiro di Mandzukic.

Genoa-Juventus: Dybala si porta a casa il pallone

Rimonta bianconera completata al 17’ della ripresa. Mandzukic verticalizza e Cuadrado, saltato Laxalt, la mette sotto l’incrocio. Pjanic sfiora il poker alla mezz’ora con un destro al volo, deviato in corner. Cinque minuti e Allegri gioca la carta Bentancur, all’esordio in Serie A. Ma a siglare la rete della tranquillità è Dybala al 91′, con un potente sinistro su cui Perin non può nulla.

GENOA-JUVENTUS 2-4
Genoa (3-4-3): Perin; Biraschi, Gentiletti, Rossettini; Lazovic, Bertolacci, Veloso, Laxalt; Pandev (33′ st Lapadula), Galabinov (27′ st Centurion), Taarabt (6′ st Palladino).
A disp.: Lamanna, Zima, Zukanovic, Rosi, Migliore, Rigoni, Cofie, Omeonga, Salcedo. All.: Juric
Juventus (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner (29′ st Barzagli), Rugani, Chiellini, Alex Sandro; Pjanic (36′ st Bentancur), Khedira (13′ st Matuidi); Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain.
A disp.: Szczesny, Pinsoglio, De Sciglio, Benatia, Sturaro, Douglas Costa, Bernardeschi, Kean. All.: Allegri
Arbitro: Banti
Reti: 1′ aut. Pjanic (J), 7′ rig. Galabinov (G), 14′, 49′ rig. e 47′ st Dybala (J), 17′ st Cuadrado (J)
Note: ammoniti Lichtsteiner, Pjanic, Cuadrado (J), Biraschi, Gentiletti, Lazovic, Laxalt (G)