Come quella per Ervin Zukanovic che desidererebbe giocare con l’Inter ma è preso in una strana morsa tra Chievo e Sampdoria, anche la vicenda Ivan Perisic, in maniera ovviamente amplificata vista l’importanza del giocatore, rischia di trasformarsi nell’ennesima telenovela da calciomercato. Sono settimane che l’Inter sta trattando il giocatore del Wolfsburg con l’affare – per molti, ma non evidentemente per tutti – ormai dato per certo. La questione sembrerebbe bipolare: o l’Inter non sta trattando con le persone giuste, oppure i vertici del club tedesco stanno facendo il solito gioco delle parti per cercare di alzare il prezzo del giocatore o per attrarre altri possibili acquirenti.

Le parole del dg del Wolfsburg Klaus Allofs in un’intervista alla testata sportiva tedesca Kicker hanno gelato il sangue di Mancini, Ausilio e compagnia comprante: “Wir sind keine Verkäufer” ovvero “Noi non siamo venditori”. Nell’intervista completa rilasciata al quotidiano ufficiale della Bundesliga Allofs parla di accordo unilaterale di Perisic con l’Inter, un accordo che non ha l’avallo del club, assolutamente non intenzionato a vendere: “È in pratica una storia unilaterale, a senso unico. Noi non abbiamo bisogno di vendere i nostri giocatori. L’Inter sicuramente farà qualche nuova mossa per Ivan, ma noi non siamo venditori, sappiamo ciò che stiamo facendo e i giocatori ne sono coscienti“.

La cosa sicura al momento è che questo accordo, per unilaterale che sia, esiste tra l’Inter e Perisic sulla base di un contratto triennale da 2,5 milioni di euro a stagione, sancito dal procuratore del giocatore Tonci Martic il quale però, effettivamente, al quotidiano tedesco Bild aveva dichiarato nella giornata di ieri “Dobbiamo ancora parlare con il dg del Wolfsburg Klaus Allofs, sarebbe un affare per tutti ma non so se vorranno darlo via“. Ora, dopo il no da parte di Allofs, le sensazioni non sono affatto buone e l’impressione è che ci vorrà un grande lavoro di convincimento da parte del giocatore, dell’agente e dell’Inter per intavolare seriamente la trattativa. Finora è stata solo speculazione verbale.