Ore di tensione, tante domande e una buona dose di incredulità quelle che sta vivendo Gennaro Gattuso perquisito nella mattinata di ieri, 17 dicembre, dalla polizia insieme al collega Christian Brocchi (qui tutte le gare incriminate). L’accusa è la stessa: calcioscommesse clandestine (leggete qui tutti i dettagli).

Ringhio rompe il silenzio durato poco, e si sfoga ai microfoni di SkySport: “Mai e poi mai ho pensato minimamente di poter truccare una partita. Se venisse dimostrato, sono disposto ad andare in piazza – so di dire una cosa forte – e ad ammazzarmi. Chi mi conosce sa che non ci sto a perdere neanche una partitella, neanche a scopa con gli amici”.

E’ una roba assurda e incredibile perché non so cosa vogliano da me. Io non so cosa significhi truccare una partita, non saprei nemmeno da dove cominciare. Adesso vediamo cosa succede ma sono certo di chiarire tutto“.

(Foto by InfoPhoto)