Ci è ricascato. Paul Gascoigne, ex centrocampista inglese, è ripiombato nel tunnel della dipendenza da alcool. Secondo quanto riportato dal Daily Mirror e da altri tabloid inglesi, l’ex calciatore della Lazio è stato soccorso due giorni fa da un’ambulanza e dagli agenti di polizia, chiamati prontamente dai vicini di casa.

Il ‘Mirror’ ha pubblicato alcune immagini nelle quali Gascoigne appare trasandato e dimagrito, davvero irriconoscibile. L’uomo è stato immortalato all’uscita della sua abitazione, nel Dorset, mentre sale su un’ambulanza che lo porterà in ospedale a seguito della sua ennesima sbronza. Il ricovero si sarebbe reso necessario a causa delle condizioni in cui è stato trovato l’ex nazionale inglese: riverso a terra all’esterno della sua abitazione, in stato d’incoscienza e con una bottiglia di gin in mano.

Gascoigne ora rischia lo sfratto, dal momento che il proprietario dell’appartamento ha ricevuto diverse lamentele al riguardo da parte degli altri abitanti della zona.

Secondo quanto riportato dal quotidiano, l’uomo, prima di arrivare al Poole Hospital, avrebbe chiamato un amico per chiedergli aiuto. L’amico avrebbe raccontato: «E’ tutto molto triste, la verità è che Paul ha ripreso a bere nelle ultime settimane. Si sa come finiscono queste cose. Ora dovrà anche trovare un posto in cui vivere, il padrone di casa gli aveva dato dieci giorni per lasciare l’appartamento ma le cose sono precipitate».

Un brutta faccenda quindi quella dell’ex stella di Tottenham e Lazio, che arriva proprio ora che aveva firmato con l’Abbey, club di quarta divisione inglese, sancendo il suo ritorno al calcio . Intanto Harry Redknapp, tecnico del Qpr, prova a tendergli la mano: «Un mese fa gli ho proposto di affiancare Steve Gallen nella cura e nella crescita dei giovani della mia squadra. E’ solo un invito, ma credo che lavorare con loro gli farebbe bene».

Tutto dipenderà da Gascoigne e dal vortice infernale che lo lega all’alcol.

(immagine di copertina by Photopin; fotogallery by Infophoto)