Alla vigilia della gara con il Chievo, Rudi Garcia è tornato a parlare di quanto accaduto a Torino durante il match con la Juventus.

«E’ vergognoso – ha detto il tecnico della Roma – le immagini parlano da sole, tutto il mondo ha visto cosa è successo. L’accoglienza in tribuna e in panchina è stata una vergogna, una cosa inaccettabile. E’ stato tutto il contrario di una sconfitta, anche il miglior arbitro italiano può soffrire la pressione di una partita del genere. Abbiamo dimostrato di essere forti, abbiamo segnato due gol e potevamo farne altri. I miei giocatori hanno mostrato forza e personalità».

Il mister giallorosso, impegnato nella consueta conferenza stampa, ha proseguito: «Dopo la partita di Torino ho capito una cosa: saremo noi a vincere lo scudetto. Siamo più forti della Juventus e lo dimostreremo in campo».

Su Totti invece ha tuonato: «Quando Francesco parla deve essere rispettato, lui è un grande uomo di calcio. E’ legittimo si sia risentito, sono stati traditi i suoi valori». Garcia ovviamente si riferisce alle parole espresse dal capitano della squadra capitolina subito dopo la partita con i bianconeri.

E proprio l’attaccante giallorosso negli ultimi giorni ha cercato di invogliare la compagine a reagire al ko rifilatole dagli uomini di Allegri. Il match di domani in programma all’Olimpico potrà già rappresentare un’occasione di riscatto per la formazione che oggi si è allenata a Trigoria.

Dopo il classico riscaldamento fisico, il gruppo ha svolto lavoro tecnico tattico. La chiusura ha visto una partitella a tema ed una sfida a campo ridotto. Allenamento differenziato per Borriello, Iturbe e Strootman, fisioterapia e palestra per Keita.

Diramata anche la lista dei convocati, che comprende: Astori, Cholevas, Cole, De Rossi, De Sanctis, Destro, Emanuelson, Florenzi, Gervinho, Ljajic, Lobont, Maicon, Mapou, Nainggolan, Paredes, Pjanic, Sanabria, Skorupski, Somma, Torosidis, Totti, Ucan, Verde.

(immagine di copertina by Infophoto)