L’allenatore della Roma, Rudi Garcia non è certamente andato per il sottile nelle affermazioni rivolte alle recenti avversarie della Juventus e al loro atteggiamento nello sfidare i Campioni d’Italia.

Queste le dichiarazioni del tecnico giallorosso ‘Tutto è ancora possibile e aperto. E’ chiaro che noi dobbiamo però vincerle tutte, incominciando da venerdì: se vinciamo, poi possiamo aspettare lunedì per vedere cosa fa la Juve col Sassuolo, sperando che il Sassuolo faccia quello che deve fare perché gioca per la salvezza. Nelle ultime giornate abbiamo visto giocare contro la Juve squadre che lottavano per la salvezza e che poi sul campo non hanno fatto niente ma il Sassuolo è una buona squadra, è in un momento positivo, per cui… Certo, è vero che se la Juve vince con il Sassuolo il discorso sarà quasi chiuso ma se non vince allora sarà tutto ancora aperto’. La speranza è che Garcia abbia voluto intendere che i bianconeri sono troppo forti e contro di loro queste compagini non riescono a imporsi, a rendersi pericolose. Sarebbe un’interpretazione buonista delle parole del francese.

Più realisticamente queste parole si possono leggere anche come un’accusa del nuovo tecnico giallorosso alle compagini che ultimamente hanno affrontato la Juventus. Quasi che partissero già sconfitte. Dopo la sfida tra la Vecchia Signora e il Livorno vi era stata qualche polemica poichè l’allenatore amaranto, Di Carlo, aveva deciso di non schierare un giocatore importante ma diffidato, come Paulinho, onde evitare il rischio che il bomber potesse farsi ammonire e saltare la importantissima successiva sfida in chiave salvezza contro il Chievo.

Tutte illazioni. I Campioni d’Italia sono la squadra più forte della serie A. Garcia avrebbe fatto meglio a riconoscerne i meriti piuttosto che abbassarsi a questa sterile polemica. La sua delusione e la sua amarezza sono assolutamente comprensibili. Avere tanti punti ed essere secondi in classifica con un distacco così elevato dalla capolista non è certamente piacevole, ma rilasciare tali dichiarazioni appare alquanto fuori luogo. Il tecnico giallorosso farebbe meglio a rivedersi la sfida tra i bianconeri e il Bologna, dove i felsinei hanno disputato una gara in cui hanno creato evidenti difficoltà alla Vecchia Signora che è riuscita a trionfare solo di misura. Lo stesso si può dire del match di qualche domenica fa al Massimino contro il Catania. I siciliani hanno dato vita a una vera e propria battaglia non lesinando nemmeno colpi proibiti. Ora, in Italia, la Juve è troppo forte per la concorrenza. Inutile cercare vie di uscita.

LEGGI ANCHE

probabili formazioni di Benfica-Juve