Adriano Galliani candidato alla poltrona di sindaco di Milano? Che sia una prospettiva concreta, fantapolitica o abuso di droghe, al momento non è dato sapere; e, d’altra parte, è da qualche settimana che si parla di un riutilizzo del plastico Galliani nella cosa pubblica. Fatto sta che, come riporta Libero, la voce che vuole l’amministratore delegato del Milan candidato di Forza Italia per la corsa a Palazzo Marino del 2016 ha iniziato a circolare con inquietante rapidità. Addirittura, il capogruppo Alan Rizzi ne parla con entusiasmo, come se davvero fosse una prospettiva desiderabile:

Persona straordinaria, ha grandi capacità, è un leader, un trascinatore e ha tutte le carte giuste per essere vincente anche in politica. L’ho conosciuto quando ero assessore nella giunta Moratti nell’ambito della riqualificazione di San Siro e penso che sia la tipica persona capace di fare tutto. Certo, bisogna capire se a lui interessa la candidatura

In un certo senso, lo possiamo capire: in fondo, piazza della Scala e via Turati distano poche centinaia di metri e per un vecchio nostalgico costretto a trasferirsi ai margini del centro storico, nella nuova sede milanista di via Aldo Rossi, questo potrebbe forse essere un incentivo sufficiente per ridefinire la propria carriera. Per non parlare della voglia di replicare con un bel “GALLIANI” a quel “MORATTI” che per anni ha seguito le parole “sindaco di Milano”. E poi, se in Regione è stata messa l’igienista dentale, figurati se in Comune non ci può stare il geometra. Scherziamo, ovviamente. Speriamo di non essere gli unici.