La Juventus e la neve: non è la prima volta, anzi, i bianconeri hanno anche giocato in condizioni peggiori. Era il 1° dicembre 2010, appena 3 anni fa, quando la squadra di Gigi Delneri pareggiò per 1-1 a Poznan sotto una vera tormenta.

Si giocò con il pallone arancione e l’arbitro spagnolo Fernando Teixeira Vitienes decise di andare fino in fondo, nonostante i giocatori in campo non stessero in piedi e quelli in panchina congelassero per il freddo.

Si trattava di una gara di Europa League, anche in quel caso alla sesta ed ultima giornata del girone, ma forse si decise di giocare comunque perché il giorno dopo (un venerdì) non sarebbe stato possibile.

Ci sono altre gare internazionali passate alla storia per essersi disputate sotto la neve: su tutte la finale della Coppa Intercontinentale tra Porto e Penarol del dicembre 1987. I lusitani vinsero 2-1 in una Tokyo mai così innevata come allora e decise una rete di Madjer, il “tacco di Allah”.

Altre gare degne di nota sono un Russia-Italia del 29 ottobre 1997, caratterizzata dall’esordio azzurro di Gigi Buffon e uno Sportul Studentesc-Verona del 1987 vinto 1-0 dagli scaligeri con una zampata di Preben Elkjær.

Tornando alla Juventus si segnala anche il 2-1 all’Udinese del 28 gennaio 2012, con doppietta di Matri.

LE GARE EPICHE SOTTO LA NEVE

IL RINVIO DI IERI SERA

Foto: Infophoto.