Gli azzurri sbancano anche Frosinone con un roboante 5-1 e conquistano il titolo di campione d’inverno grazie alla sconfitta dell’Inter, che scivola in casa contro il Sassuolo.

Frosinone-Napoli 1-5, azzurri campioni d’inverno

Il Napoli gioca in formazione tipo, uniche novità l’inserimento di Strinic al posto di Ghoulam sull’out sinistro e di Mertens al posto di Insigne.

Al 7′ gli azzurri potrebbero già passare. Pasticcio difensivo del Frosinone con un rimpallo che per poco non beffa un Zappino costretto a rifugiarsi in calcio d’angolo.

Il vantaggio partenopeo è solo rimandato. Lo segna l’uomo meno atteso: Raul Albiol, che, sotto misura, devia in rete un calcio d’angolo sul secondo palo di Jorgingo. Diciannove minuti e 1-0 in favore del Napoli.

La squadra di Sarri tiene il possesso palla ad eludere il pressing del Frosinone e al momento giusto affonda il colpo. Al 29′ Higuain viene steso giù da Crivello all’entrata dell’area di rigore. Tagliavento comanda il penalty tra le proteste dei padroni di casa.

Higuain dal dischetto (stavolta) non sbaglia. Conclusione potente e centrale alle spalle di Zappino.

La reazione del Frosinone è racchiusa in due conclusioni fuori bersaglio dalla distanza, una di Sammarco ed un’altra di Kragl. Sul finire del primo tempo il Napoli torna a far paura: tiro dal limite dell’area di Higuain e palla deviata in angolo dalla difesa del Frosinone.

La festa azzurra prosegue nella ripresa. Hamsik (59′) spegne ogni speranza frusinate con la rete del 3-0, frutto di una discesa dello slovacco conclusa con un rasoterra che finisce la sua corsa nell’angolino. Un minuto e Higuain fa poker con una azione da rugbista: in trance agonistica il Pipita salta tre avversari compreso il portiere e deposita in rete a porta vuota.

Al 71′ il redivivo Gabbiadini (subentrato a Higuain) fa 5-0 con una conclusione a giro splendida, da fermo. La palla finisce nel set dove Zappino non può nulla.

C’è ancora tempo per il 5-1 della bandiera segnato da Sammarco con un bel destro. Un neo che non rovina il party organizzato da Sarri: azzurri campioni d’inverno.