Frosinone-Juventus 0-2 e bianconeri che restano in scia del Napoli, vittorioso sul Carpi. Come gli azzurri, anche i bianconeri faticano non poco per venire a capo della squadra ciociara, riuscendo a risolvere il match solo nella ripresa.

Allegri rischia Chiellini in difesa, schierato insieme a Barzagli e Bonucci. A centrocampo trio centrale composto da Marchisio, Pogba e Sturaro con Alex Sandro e Cuadrado sulle fasce. Morata-Dybala in attacco.

Il Frosinone risponde con Leali in porta, Crivello e Rosi sulle fasce e Blanchard (eroe dell’andata con gol del paria tempo scaduto) e Russo centrali. A centrocampo Sammarco-Gori-Chibsah, in attacco Dionisi-Tonev-Ciofani.

Al 5′ pericolo Juventus con Alex Sandro che serve Sturaro, il quale tutto solo non trova l’impatto col pallone. Che occasione sciupata per i bianconeri.

Il Frosinone risponde al minuto 12. Blanchard per Ciofani che da buona posizione conclude fuori bersaglio. A questo punto la partita si blocca e bisogna attende il finale di tempo per due acuti firmati Sturaro (tiro deviato da Leali) e Morata, che si fa anticipare in uscita dal portiere frusinate.

Nella ripresa la Juventus ci prova con Pereyra, che calcia malamente dopo essere stato servito su calcio d’angolo di Dybala. Al 25′ Palo di Dybala, autore di una bella girata e due minuti dopo i bianconeri possono festeggiare: cross teso rasoterra di Alex Sandro e piattone vincente di Cuadrado. A 13′ dalla fine Chiellini (sospetto infortunio muscolare) esce per far posto a Rugani.

Il raddoppio arriva nel finale: sinistro di Dybala, ben servito da Morata. La Juventus fa 14 vittorie conscutive ed aspetta il Napoli per uno scontro diretto che molto potrà dire sul futuro del campionato.