Oggi alle 18.00 italiane, all’Estadio Nacional de Brasilia, la Francia (17esima nel ranking Fifa) affronterà la Nigeria (44esima nel ranking Fifa) in una gara valida per gli ottavi di finale dei Mondiali 2014. La vincente sfiderà chi avrà la meglio tra Germania e Algeria.

Tra i Blues e le Super Aquile esiste un solo precedente. Risale a un’amichevole del 2009. In quel caso gli africani espugnarono Saint-Etienne vincendo 1-0 grazie a un gol di Akpala. Per la Nigeria non sarà semplice ripetere l’impresa in questo Mondiale.

La Francia giunge a questa gara dopo aver vinto il Gruppo E davanti alla Svizzera (qualificata come seconda), all’Ecuador e all’Honduras.  Nella gara di esordio i Galletti hanno strapazzato 3-0 il malcapitato Honduras. Nella seconda sfida hanno sconfitto 5-2 gli elvetici e nella terza gara hanno pareggiato 0-0 con l’Ecuador. Fino ad ora i transalpini, orfani di Ribery, si sono dimostrati una delle sorprese più positive del torneo. In Francia c’è speranza e nello spogliatoio si respira un buon clima. La Francia non è mai uscita agli ottavi di finale di un Mondiale. La Nigeria si è qualificata come seconda nel Gruppo F che comprendeva anche l’Argentina (qualificata come prima), la Bosnia Erzegovina e l’Iran. Dopo il noioso 0-0 contro gli asiatici, la Nigeria ha sconfitto 1-0 la Bosnia e perso 3-2 contro l’Albiceleste. I Campioni d’Africa del 2013 faranno di tutto per eliminare i più blasonati francesi puntando anche sulla loro fisicità.

Deschamps dovrebbe schierare la Francia con il 4-3-3. Davanti a Lloris la difesa potrebbe essere formata da Debuchy, Varane, Sakho (se riuscirà a recuperare dai suoi problemi muscolari) o Koscelny ed Evra. A centrocampo potrebbero trovare spazio Cabaye (rientra dalla squalifica), Matuidi e chi vincerà il ballottaggio tra lo juventino Pogba e Sissoko. Nel tridente offensivo dovrebbero esserci Valbuena, Giroud e Benzema. Keshi potrebbe rispondere con il 4-2-3-1. Tra i pali ci sarà Enyeama. In difesa potrebbero agire Ambrose, Obuabona, Oshaniwa e Omeruo. Davanti a loro dovrebbero trovare spazio Onazi e Obi Mikel. Dietro all’unica punta Emenike dovrebbero esserci Musa (che arriva dalla doppietta rifilata all’Argentina), Odemwingie e Azeez. Dirigerà la gara lo statunitense Geiger.

Francia (4-3-3): Loris, Debuchy, Varane, Sakho, Evra, Pogba, Cabaye, Matuidi, Valbuena, Giroud, Benzema. All Deschamps

Nigeria (4-2-3-1): Enyeama, Ambrose, Oboabona, Oshaniwa, Omeruo, Onazi, Obi Mikel, Odemwingie, Azeez, Musa, Emenike. All Keshi

LEGGI ANCHE:

Suarez squalifica: stangata a metà per il novello Dracula, ci rimette solo l’Uruguay