Oggi alle ore 18.00 italiane, allo stadio Maracanà di Rio de Janeiro, la Francia (17esima nel ranking Fifa) sfiderà la Germania (seconda nel ranking Fifa) dando avvio alla serie dei quarti di finale dei Mondiali 2014. La nazionale che avrà la meglio affronterà in semifinale la vincente di Brasile-Colombia.

La Francia ha incontrato la Germania dell’Ovest in tre precedenti ufficiali ai Mondiali. Nel primo caso le due squadre si scontrarono nel 1958 in Svezia. In quell’occasione ebbero la meglio i galletti che vinsero 6-3. Nel 1982 in Spagna i tedeschi trionfarono ai rigori. Nel 1986 in Messico si ripeterono vincendo 2-0. L’ultimo confronto testa a testa tra Francia e Germania risale a un’amichevole del 2013. I teutonici espugnarono lo Stade de France di Parigi vincendo 2-1. Al gol di Valbuena (Francia) risposero Muller (Germania) e Khedira (Germania).

Uno spettacolo. La gara è davvero molto attesa. In questo Mondiale è l’unico quarto di finale che vede scontrarsi due nazionali europee. I francesi arrivano a tale sfida dopo aver vinto il Gruppo E che comprendeva Svizzera (qualificata come seconda ed eliminata agli ottavi), Ecuador e Honduras. I transalpini hanno sconfitto 3-0 l’Honduras, 5-2 gli elvetici e pareggiato 0-0 contro l’Ecuador. Negli ottavi di finale hanno avuto la meglio sulla Nigeria battendola 2-0. Hanno dimostrato di avere una compagine interessante e adesso affronteranno questo complicatissimo match dall’esito assolutamente incerto contro la Germania. I tedeschi hanno conquistato il primo posto nel Gruppo G che comprendeva Stati Uniti (qualificati come secondi ed eliminati agli ottavi), Portogallo e Ghana. Hanno sconfitto 4-0 i lusitani, pareggiato 2-2 con le Black Stars e vinto 1-0 con gli Yankee. Agli ottavi di finale hanno battuto 2-1 l’Algeria. Sono riusciti ad avere la meglio sugli africani solo ai tempi supplementari e hanno palesato qualche difficoltà, ma si dimostrano sempre squadra agguerrita e molto competitiva. Nel caso riuscissero a vincere sarebbe la loro quarta semifinale consecutiva a un Mondiale. Questa partita va oltre la battaglia sul campo, ma è una sfida tra due superpotenze europee che hanno scritto la storia del nostro continente dall’800 a oggi.

Deschamps dovrebbe schierare la sua squadra con il 4-3-3. Davanti a Lloris potrebbero esserci Debuchy, Varane (ha avuto qualche problema fisico dopo la sfida contro la Nigeria ed è stato ricoverato per disidratazione), Sahko (attenzione al suo ginocchio sinistro non al meglio) ed Evra. Il terzetto di centrocampo dovrebbe essere formato da Pogba (molto carico dopo il suo primo gol in un Mondiale), Cabaye e Matuidi. In attacco potrebbe esserci spazio per Valbuena, Benzema e Griezmann, ma attenzione all’ipotesi Giroud al posto del giovane attaccante del Real Sociedad. Low, che dovrà rinunciare all’indisponibile Mustafi, dovrebbe schierare il 4-3-3. Tra i pali ci sarà Neuer. La difesa potrebbe essere formata da Lahm (che potrebbe tornare a giocare terzino), Mertesacker, Hummels (che pare avere recuperato dal suo problema fisico) e J. Boateng. A centrocampo dovrebbero trovare spazio Khedira, Schweinsteiger e Kroos.  In attacco dovrebbero esserci Ozil, Muller, Schurrle. Se Deschamps dovesse tenere Griezmann in panchina, non ci sarebbe bisogno di controllare  la reattività del giovane francese e Lahm potrebbe essere schierato a centrocampo con Khedira escluso dall’undici titolare. A quel punto la retroguardia sarebbe composta dai quattro difensori centrali J. Boateng,  Mertesacker, Hummels, Howedes. Dirigerà la gara l’argentino Pitana.

Francia (4-3-3): Lloris, Debuchy, Varane, Sahko, Evra, Pogba, Cabaye, Matuidi, Valbuena, Benzema, Griezmann. All Deschamps

Germania (4-3-3): Neuer, Lahm, Mertesacker, Hummels, J. Boateng, Khedira, Schweinsteiger, Kroos, Ozil, Muller, Schurrle. All Low