Francesco Totti escluso dal ritiro pre Roma-Palermo da Luciano Spalletti. Clamorosa la decisione del tecnico toscano, che segna una rottura poche ore dopo le dichiarazioni del capitano giallorosso ai microfoni del Tg1.

Totti era stato convocato per la partita contro i siciliani e sarebbe dovuto anche partire titolare. Le frasi rilasciate alla Rai, però, hanno evidentemente fatto cambiare idea all’allenatore. Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, i compagni hanno accolto la notizia con incredulità.

“Io non ho mai detto a nessuno che pretendo di giocare. Io sto bene, sono a disposizione”, le parole di Totti al Tg1 “Ho il contratto che mi scade a giugno, valuterò qualsiasi situazione dovesse venir fuori”.

“Anche perché così non riesco a starci”, aveva proseguito l‘ex Pupone “Sto male io e sto male la gente che mi sta intorno. Vorrei essere gestito meglio, avere rispetto. Lo merito per tutto quello che ho dato a questa società, a questa squadra. Cercando di mettere sempre la faccia davanti a tutti”.

Un autentico sfogo che non è affatto piaciuto a Spalletti. Impietoso il quadro del rapporto con l’allenatore di Certaldo dipinto da Totti. “Credo che possa ancora fare bene con la Roma, ma con lui solo buongiorno e buonasera”.

Bordate che non hanno risparmiato neanche il presidente James Pallotta. “Il rinnovo del contratto? Mi vedrà con Pallotta. Io dirò la mia, lui la sua e spero che poi ognuno sarà felice”.

Ma la decisione di Spalletti potrebbe essere solo l’ennesimo passo di un lungo addio che ricorderebbe quello consumatosi tra Del Piero e la Juventus.