AMBURGO – Gli otto giorni che… sconvolsero il tennis italiano? Magari. Restiamo con i piedi per terra, perché l’elite mondiale è ancora molto, molto lontana. Ma questo Fabio Fognini (foto InfoPhoto) fa indubbiamente sognare. Dopo aver trionfato a Stoccarda, domenica scorsa, il tennista ligure concede il bis in un torneo ben più prestigioso, basta scorrere l’albo d’oro, diventando il primo azzurro a conquistare un ATP 500, il “bet-at-home Open German Tennis Championships”, di Amburgo.

E l’ultimo italiano in grado di imporsi in due tornei consecutivi, anche se non in otto giorni, pensate un po’, era stato Adriano Panatta nel suo anno magico, il 1976, quando vinse Roma e Parigi tutto d’un fiato (annullando parecchi match-point anche lui, ma al primo turno) e poi, dulcis in fundo, trascinando anche l’Italia alla conquista della Coppa Davis.

Fabio Fognini ha rimontato e battuto in tre il sorprendente qualificato argentino Federico Delbonis, autore ieri dell’eliminazione di Roger Federer, e n.114 al mondo, per 4-6, 7-6(8), 6-2, annullando tre match point nel tiebreak del secondo set! Grazie al secondo torneo vinto consecutivamente e alla decima vittoria di fila, Fognini entrerà per la prima volta in carriera tra i primi 20 giocatori del mondo, visto che da lunedì sarà il numero 19 del mondo, in ogni caso numero uno d’Italia scavalcando Seppi (l’altoatesino è numero 24).