Il rumor è diventato finalmente realtà. Floyd “Money” Mayweather, il pugile più dominante e pagato della storia della boxe, se la vedrà contro Conor “The Notorious” McGregor, il fighter di arti marziali miste più pagato e carismatico al mondo. Il match avverrà a Las Vegas, alla T-Mobile Arena, il 26 agosto prossimo. I due combattenti si affronteranno al limite delle 154 libbre, 69kg, e in palio non ci sarà un titolo, ma solo l’onore non solo dei due, ma anche della nobile arte contro le mixed martial arts.

Se dovesse vincere Mayweather, la boxe uscirà vincitrice difronte alle più giovani MMA, se invece vincerà McGregor sarà la vittoria di uno degli sport da combattimento che in questi anni sta avendo più seguito nel mondo. Mayweather ha un record impressionante da pugile professionista, 49 incontri vinti e zero sconfitte, è un animale da ring, preciso, controllato, calcolatore. Anche McGregor non è da meno anche se in carriera non è imbattuto come il suo sfidante, ha collezionato infatti 21 vittorie da professionista e 3 sconfitte.

Sulla carta comunque Money Mayweather è stra-favorito in un match di boxe contro la stella irlandese dell’UFC. È un pugile professionista, è imbattuto, ha una classe senza paragoni, ha un’intelligenza fuori dal comune tra le corde del ring. Ma guai a dare McGregor per spacciato. Perché? Almeno per 3 motivi:

  1. McGregor è un duro. Nessuna delle sconfitte per The Notorious è arrivata per KO o TKO, tutte per sottomissione. Questo è sicuramente un campanello di allarme da considerare per Mayweather, la mascella e la resistenza di McGregor infatti sono notevoli. È vero, non ha mai combattuto dei match che prevedano 12 round, come sarà il match di boxe che lo aspetta il 26 agosto, ma non è stato mai battuto per KO o TKO, anzi ha quasi sempre finalizzato prima del limite i suoi avversari con KO spettacolari.
  2. McGregor ha un sinistro devastante. A 154 libbre Conor con il suo sinistro, anche con guanti da 10 once, potrebbe chiudere il match con un solo colpo, in qualsiasi momento. Inoltre Mayweather ha sempre subito i mancini in carriera.
  3. McGregor non ha nulla da perdere. Il fighter irlandese può combattere rilassato e a viso aperto. Non ha nulla da perdere, anzi ha tutto da guadagnare. Se dovesse vincere sarebbe il più grande upset della storia degli sport da combattimento e la legittimazione delle MMA agli occhi del grande pubblico. Se dovesse perdere avrà comunque provato a giocarsela contro uno dei più grandi pugili di tutti i tempi.

THE FIGHT IS ON.

Un post condiviso da Conor McGregor Official (@thenotoriousmma) in data: