Flavia Pennetta chiude la carriera all’ottavo posto del ranking mondiale Wta. Il successo agli Us Open 2015 regala alla pugliese un poderoso balzo in vanti, che la restituisce alla top ten, dove mancava dal 2010. La brindisina ha guadagnato ben 18 posizioni, Roberta Vinci, battuta in finale, ne risale 19 attestandosi al 24esimo posto.

Flavia Pennetta regina a New York

Sara Errani scivola di cinque posizioni ed è 21esima. Camila Giorgi non si schioda dal 36esimo posto. Karin Knapp perde 11 posizioni ed è 45esima, Francesca Schiavone va fuori dalle migliori 100 dopo 15 anni ed è 111esima.

Serena Williams è sempre prima, per lei si tratta della 258esima settimana da leader della graduatoria, Wozniacki (miglior posizione della carriera) è di nuovo quinta, dietro di lei la Safarova.

Flavia Pennetta, i perchè del ritiro

La notizia del ritiro di Flavia Pennetta ha spiazzato molti, papà Oronzo compreso (“Non lo sapevo, sono sotto choc”, le sue parole), ma le intenzioni della tennista brindisina erano chiare già dalla scorsa primavera.

“Sono stanca. Non del tennis, ma di tutto ciò che ruota intorno ad esso”, aveva dichiarato in una intervista rilasciata al Corriere della Sera ad aprile “sono stufa degli alberghi, che per quanto siano confortevoli non possono mai sostituire la tua casa, di viaggiare. Sono in giro da quindici anni, da quando ero una bambina. Ogni anno dico che è l’ultima stagione, poi ricomincio, stavolta, però, ho la sensazione che la mia carriera finsica davvero qui”.

E Rio de Janeiro 2016? “L’Olimpiade l’ho già vissuta a Pechino 2008, ho toccato ocn mano il villaggio olimpico. A Londra 2012 le cose non sono andate molto bene. Ad una medagli olimpica preferisco un grande slam”.

Cosa c’è nel futuro? Il progetto di un matrimonio. Naufragata la relazione con Carlos Moya, sarà Fabio Fognini a sposarla, la prossima primavera. I due hanno comprato casa a Barcellona. Stop a dritti e rovesci, meglio cucina, grembiule e figli.