Non era facile immaginare una Fiorentina dopo il lavoro importante e ricco di profitti da parte di Vincenzo Montella, soprattutto considerando tempi e modi di un allontanamento rimasto per tanti versi tuttora immotivato e inspiegabile. Eppure la scelta di un tecnico esperto ma con tutto ancora da dimostrare come Paulo Sousa non solo si è rivelata felice ma regala la netta sensazione che, complice anche una serie di acquisti azzeccati nella finestra di mercato estiva, ora la Fiorentina sia addirittura più forte e consapevole dei propri mezzi per poter finalmente interpretare un ruolo da assoluta protagonista in campo nazionale e internazionale.

Così la vittoria clamorosa contro l’Inter capolista al Meazza e il largo successo in Europa League contro il Belenenses, un 4-0 rifilato al terzo club di Lisbona, sono la conferma di un percorso di crescita da parte di un gruppo che ora può legittimamente ambire a traguardi importanti perché mostra una solidità e una continuità da grande squadra e a chi gli chiede di rendere conto di questa legittima candidatura per titoli importanti come lo scudetto, l’Europa League etc. il tecnico portoghese risponde: “È stata una bellissima serata, l’importante è dare continuità ai risultati, rimanendo con i piedi per terra“.

È un Paulo Sousa concreto, pragmatico, che non si concede a voli pindarici ma punta tutto sulla forza e l’unità del suo gruppo: “Stiamo vivendo un buon momento e dobbiamo approfittarne senza mai abbassare la guardia – ha proseguito il tecnico portoghese – I ragazzi che sono entrati hanno portato velocità al palleggio che ci hanno permesso di allungare, sono contento“.

E all’interno di questo gruppo non poteva mancare la sottolineatura da parte di Giuseppe Rossi, tornato al gol dopo un calvario di infortuni: “È stata una bellissima serata, per i tre punti, per il gioco fatto e perché abbiamo dato continunità a ciò che stiamo facendo anche in campionato“, ha detto l’attaccante. “A livello personale contento per i 90 minuti e per il gol, è stata una bella serata. Giocando il gol arriva, ringrazio il mister che mi ha dato la possibilità di restare in campo per 90 minuti“. Lo stesso Sousa ha speso parole importanti nei confronti di Pepito: “È un passo in avanti importante per lui, per farlo tornare al giusto livello di forma. Rossi ha un cuore straordinario che ha passato due anni di grandissime sofferenze“.