Non è cominciata bene l’avventura della Fiorentina in Europa League costretta a una partenza in salita dopo la sconfitta amara del Franchi contro il quotato Basilea di Urs Fischer. Il gol del vantaggio firmato da Kalinic aveva dato un po’ l’illusione di poter portare a casa i tre punti gestendo in maniera intelligente la gara, ma poi gli svizzeri hanno preso in mano le redini del gioco e, nel secondo tempo, complice la sconsiderata espulsione di Gonzalo Rodriguez (fallo ingenuo sul giovane talento del Basilea Embolo), hanno affondato la Viola con due reti di Bjarnason (vecchia conoscenza del calcio italiano, ex Pescara) e dell’egiziano Elneny.

Una sfida persa contro il suo recente passato per Paulo Sousa, ex allenatore del Basilea, che ai microfoni di Sky Sport nel dopo partita ha analizzato lucidamente la prestazione dei suoi: “Già all’inizio avevo capito che sarebbe stata una gara difficile, fin dall’infortunio nel riscaldamento di Vecino. Dopo il vantaggio poi la squadra non ha mostrato la giusta intensità. Nel secondo tempo, a causa dell’infortunio di Ilicic, ho inserito una seconda punta per poter spingere di più, ma gli episodi ci hanno condizionato tanto. Credo, però, che possiamo fare molto meglio, anche in inferiorità numerica. Dobbiamo crescere e mostrarci più convinti nelle nostre transizioni offensive. La squadra comunque non ha mai rinunciato a costruire gioco. Da lì dobbiamo ripartire per fare molto meglio in futuro. Abbiamo giocatori di qualità – ha proseguito Paulo Sousa -, siamo appena all’inizio e serve lavorare per crescere. Siamo fiduciosi e crediamo in quello che facciamo“.

Interpellato dai commentatori Sky, anche il capitano Manuel Pasqual, entrato in campo nel finale di partita, ha offerto la sua radiografia del match: “Peccato per l’espulsione di Rodriguez perché stavamo tenendo bene il campo. Ma poi la sua uscita e il contemporaneo infortunio di Astori ci ha costretto a ridisegnare la coppia di difensori centrali. Proprio in quel momento abbiamo preso gol e poi una loro prodezza gli ha dato la vittoria. Fino alla fine abbiamo provato a lottare su ogni palla contro un Basilea che ha grandi qualità“. Aggiungendo poi: “Ripartiamo dagli errori, per far risultato già domenica contro il Carpi e poi giocarcela in altri campi di Europa League“.