Fiorentina-Napoli 1-1, azzurri che non sanno più vincere e Juventus che allunga a +3. Tutto nei primi sette minuti tra azzurri e viola: padroni di casa in vantaggio con Marcos Alonso, risposta partenopea con Higuain.

Al 6′ la squadra di Paulo Sousa può già festeggiare. Calcio d’angolo di Borjka Valero e colpo di testa vincente del difensore iberico. 1-o e nuovi incubi che iniziano a materializzarsi per la banda Sarri, che teme la replica delle trasferte di Torino e Vila Real.

Non è così perché il Napoli batte la ripresa di gioco al centro, lancia in avanti con Koulibaly, lo stesso Marcos Alonso svirgola regando al Pipita una palla solo da spingere in porta per l’1-1.

La gara è molto intensa. La Fiorentina colpisce due legni. Errore di Koulibaly, Kalinic si invola verso la porta difesa di Reina e libera un destro che si stampa sulla traversa. Gol mangiato, più che sfortuna.

Siamo al 31′, 8′ dopo Tello a destra fa secco Ghoulam, si accentra, calcia un sinistro che colpisce l’incrocio dei pali.

Finisce un primo tempo nel quale la Fiorentina avrebbe meritato miglior sorte. La ripresa, però, è di marca partenopea. Doppia occasione al 12′: doppio miracolo di Tatarusanu prima su Callejon e poi su Higuain nella stessa azione.

La Fiorentina risponde con un tiro di Mati che finisce di poco a lato, ma è ancora il Napoli ad avere il match ball. Al 46′ Insigne fila via sulla sinistra, il tiro però è deviato dall’attento Tatarusanu.

Triplice fischio e Napoli costretto ancora una volta a rinviare l’appuntamento con ilritorno alla vittoria. La buona notizia arriva però dal ritorno al gol di Higuain.