Quello subito in casa della Fiorentina è il 7° ko della Juventus, dopo che si era trovata in vantaggio per 2-0, ma il primo per 2-4, visto che nelle altre 6 occasioni la partita era finita 3-2.
Conte ha così eguagliato il suo “maestro” Trapattoni, che il 27 marzo 1983 aveva buttato alle ortiche un derby, dopo che la sua squadra era andata sul 2-0 con Paolo Rossi e un rigore di Michel Platini, che lo stesso fuoriclasse francese aveva segnato sulla respinta. Le reti granata, segnate fra il 70′ e il 75′, portarono la firma di Dossena, Bonesso e Torrisi.
Il primo 2-0 / 2-3 della storia juventina risale al 14 ottobre 1923, in casa del Livorno (Audisio e Pastore, poi Paolini, Montelatici e Luperi per i labronici).
Il 18 gennaio 1953, Juve sul 2-0 a Napoli (John Hansen e Præst) ma rimontata da Pesaola, Jeppsson e Amadei.
Stessa musica l’11 maggio 1958 in casa della Sampdoria, quando la doppietta di Sivori fu ribaltata da Firmani, Recagno e Bolzoni.
C’è poi una “remuntada” subita in Champions League, dal Manchester United, il 21 aprile 1999. Doppietta di Pippo Inzaghi, poi Keane, Yorke e Cole.
L’ultimo 2-0 / 2-3 porta la data del 31 ottobre 2009: la Juve di Ranieri, avanti con le reti di Trezeguet e Giovinco, fece strada al Napoli di Mazzarri (Hamsik, Datolo e ancora Hamsik).