Trascorsa la Pasqua, dopo la 29a giornata di campionato tornano ad accendersi i riflettori sulla Coppa Italia e più specificamente sulle due semifinali di ritorno tra Fiorentina e Juventus e tra Napoli e Lazio. Toccherà alla prima accoppiata contendersi in serata, al Franchi, il posto per la finale di Roma in programma il 7 giugno. La Juventus si è complicata la vita nel match di andata contro una Fiorentina da paura capace – l’unica finora nella stagione 2014/2015 in grado di compiere l’impresa – di espugnare lo Juventus Stadium. Un 1-2 che non è e non può essere garanzia di tranquillità, considerando la forza e il valore dei bianconeri, ma che può rappresentare un vantaggio prezioso da non dilapidare: le due reti segnate in trasferta possono sicuramente fare la differenza per i Viola che stanno giocando un calcio ad altissimo livello.

Montella ovviamente sa di non potersi fidare di una Juve che in campionato ha letteralmente stritolato le avversarie mantenendo un ruolino di marcia impressionante. La Fiorentina dal canto suo ha il morale alle stelle dopo aver conquistato il quarto posto in classifica battendo un’avversaria diretta temibile come la Sampdoria e scavalcando anche il Napoli. Altro motivo di ottimismo è rappresentato dalle condizioni di salute del gioiellino Salah, uscito solo per precauzione nella gara contro la Samp e recuperato al 100%. La difesa anti-Juventus sarà rigorosamente a 4 con Micah Richards e Marcos Alonso terzini e Gonzalo Rodriguez e Basanta al centro. Con Badelj squalificato e Kurtic poco convincente il centrocampo sarà invece composto dal trio Aquilani, Borja Valero e Mati Fernandez. Davanti il tridente con Mario Gomez al centro supportato ai lati da Salah e Diamanti.

Ottime notizie anche per Allegri che ha recuperato Pirlo ma che però non ha intenzione di schierarlo subito, anche se l’importanza e la delicatezza della partita lo esigerebbe. Anche Marchisio risulta tecnicamente recuperato, ma come Pirlo partirà dalla panchina per non correre inutili rischi. Molto probabile dunque la riproposizione di una Juventus pressoché identica, nel modulo e negli uomini, a quella che ha sconfitto l’Empoli in campionato con qualche aggiustamento in difesa (Chiellini al posto di Ogbonna) e in attacco (Morata che prenderà affiancherà Tevez al posto di Llorente) e con Storari schierato tra i pali al posto di Buffon.

Fiorentina (4-3-3): Neto; Richards, G.Rodriguez, Basanta, M.Alonso; Aquilani, M.Fernandez, B.Valero; Diamanti, Gomez, Salah. All. Montella

Juventus (3-5-2): Storari; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Sturaro, Vidal, Pereyra, Evra; Tevez, Morata. All. Allegri.