Sì è vero è solo un semplice pranzo. E’ il classico banchetto tra le dirigenze delle due squadre che si sfidano nella serata  in una competizione europea. Nulla di nuovo.

Quando però questo avviene a Firenze, prima di Fiorentina-Juventus gara valida per il ritorno degli ottavi di finale di Europa League, il tutto assume un sapore particolare, diventa importante.

Tra le due squadre, le tifoserie e le società non scorre sicuramente buon sangue e il clima non è dei più sereni. Dalla doppia finale di Coppa Uefa 1990 con la contestatissima vittoria bianconera della gara di andata che poi si rivelò decisiva per la conquista del trofeo, e le polemica per la sede (Avellino) della sfida di ritorno, ai nervi tesi tra Diego Della Valle e Jonh Elkann, passando per il trasferimento di Roberto Baggio dai viola alla Vecchia Signora e alla questione Bebatov di due estati fa, i motivi del contendere  sono tanti e non solo legati al calcio.

Come se non bastasse sono arrivati i tweet ironici dei profili ufficiali delle due compagini dopo le più recenti sfide. In sostanza il clima è molto pepato.

Certamente questo pranzo assume un’importanza rilevante. Al cerimoniale Uefa hanno preso parte Andrea Della Valle, Andrea Agnelli, Daniele Pradè e Giuseppe Marotta. Vera e propria prova di disgelo. L’atmosfera appare alquanto cordiale e distesa. In effetti i motivi di maggiore rancore non sono tra i presenti i quali, al contrario, risultano alleati nelle battaglie in Lega, ma la speranza è che questo convivio rassereni tutto l’ambiente anche in vista della supersfida odierna.

Un rapporto sereno potrebbe anche favorire le trattativa di calciomercato. Non bisogna scordare che ai bianconeri farebbe molto comodo un esterno come Juan Cuadrado. Magari a Villa Cora si è parlato anche di questo.

Intanto Lapo Elkann sul profilo di Istagram sprona la Juve ‘devi vincere sul campo come sempre sai fare. Avanti tutta. Sempre solo forza Juve’.

le probabili formazioni di Fiorentina-Juve