L’Inter perde 3-0 in casa della Fiorentina nella gara valida per la 6.a giornata di Serie A: i nerazzurri replicano la pessima figura fatta domenica scorsa contro il Cagliari e subiscono una nuova, umiliante sconfitta. La Fiorentina passeggia sui resti di una squadra che pare sbandare in maniera preoccupante, incapace di reagire alle difficoltà e totalmente priva di mordente. Babacar, Cuadrado e Tomovic gli autori delle reti per i padroni di casa che hanno ampiamente meritato la vittoria dominando gli avversari per tutto l’arco del match. In classifica i nerazzurri sprofondano in 10° posizione con soli 8 punti all’attivo ed un ritardo rispetto alle prime della classe che comincia ad essere molto importante. La Fiorentina, nonostante le assenze, convince su tutta la linea e si porta a 9 punti in classifica.

Appena inizia il primo tempo la Fiorentina passa in vantaggio: al 7′ Babacar raccoglie palla dal limite dell’area e lascia partire un missile che si infila all’incrocio dei pali. Un minuto dopo è Cuadrado ad impegnare severamente Handanovic  ed al 19′ l’esterno colombiano trova il gol del raddoppio grazie ad un bellissimo tiro a girare sul secondo palo. L’Inter sembra non essere entrata in campo, la squadra appare spaesata ed impaurita mentre la Fiorentina, sulle ali dell’entusiasmo, continua a rendersi pericolosa in attacco. Al minuto 26 ancora Cuadrado sfiora per poco il gol mentre per vedere l’Inter in attacco bisogna aspettare il 36′ con Dodò che chiama in causa Neto. In chiusura di tempo è ancora Babacar ad impegnare Handanovic con un tiro respinto dal portiere nerazzurro.

Nel secondo tempo ci si aspetta una reazione nerazzurra ma la squadra è piatta, senza idee e senza convinzione: i padroni di casa possono tranquillamente gestire il pallone e controllare la partita: al 63′ Cuadrado è ancora pericoloso ed al 77′ Tomovic deride i difensori nerazzurri e trafigge un colpevole Handanovic per il gol del definitivo 3-0. Nel finale D’Ambrosio prova a siglare il gol della bandiera per la Beneamata ma è ancora Handanovic ad evitare una sconfitta più pesante respingendo un tiro di Brillante.

Inter brutta, bruttissima ed a tratti irritante: Mazzarri (foto by Infophoto) sembra incapace di trovare soluzioni per una situazione che improvvisamente ha preso una piega molto preoccupante. Fortunatamente domenica prossima il campionato si ferma per lasciare spazio alle qualificazione ad Euro 2016. La società nerazzurra dovrà valutare bene un eventuale cambio alla guida tecnica di una squadra apparsa più che mai in crisi profonda d’identità.

LEGGI ANCHE

INTER MAZZARRI: “CONTRO DI NOI TROPPE CRITICHE INGIUSTE, VOGLIO RINGRAZIARE I TIFOSI”

INTER FAI PLAY FINANZIARIO: UEFA APRE UN’INCHIESTA SUI NERAZZURRI