Alle 21:05 di questa sera si giocano i match di ritorno per l’accesso alle semifinali di Europa League le due italiane rimaste in gara, Fiorentina e Napoli. Mentre per i partenopei i giochi sono praticamente fatti con una qualificazione intascata nella partita d’andata alla Volkswagen Arena vinta per 4-1 contro il Wolfsburg, la situazione della Viola è un po’ più complessa. L’1-1 di Kiev contro la Dinamo però è un’ottima base per essere ottimisti e augurarsi un auspicabile passaggio del turno. La rete messa a segno nel concitatissimo finale contro la squadra ucraina da Babacar, una sensazionale girata al volo, come risposta al vantaggio siglato dall’olandese Lens, è giunta come una manna provvidenziale per una Fiorentina che vuole avanzare a tutti i costi in questa competizione.

La lotta per il terzo posto in campionato si è notevolmente complicata per la squadra di Montella, reduce da due brutte sconfitte, quella per 3-0 al San Paolo col Napoli e quella casalinga contro il Verona. Sfumata anche l’occasione in Coppa Italia, vincere l’Europa League rimane l’occasione più ghiotta per un tranquillo ingresso in Europa per la prossima stagione. Assai probabile la conferma di un 4-3-3 offensivo da parte di Montella che preferirebbe sbrigare la pratica qualificazione senza eccessivi tatticismi con il ritorno di Pizarro in cabina di regia, affiancato da Borja Valero. Il tridente, vista l’impossibilità di schierare Gilardino e Diamanti, dovrebbe essere costituito da Ilicic, Gomez e Salah.

L’allenatore della Dinamo Rebrov potrebbe riproporre l’ipotesi del 4-2-3-1 dell’andata ma non sarebbe assurdo presentarsi con un classico ma ben più aggressivo 4-4-2 che possa sfruttare non una ma due punte: Kravets e presumibilmente Teodorckyk. A centrocampo insostituibili le presenze di Yarmolenko e Lens.

Fiorentina (4-3-3): Neto; Richards, Gonzalo Rodríguez, Basanta, Pasqual; Matí Fernández, Pizarro, Borja Valero; Iličić, Gomez, Salah. All. Montella

Dinamo Kiev (4-2-3-1): Shovkovskiy; Danilo Silva, Khacheridi, Vida, Antunes; Rybalka, Sydorchuk; Yarmolenko, Belhanda, Lens; Kravets. All. Rebrov.